fbpx

ABRUZZO
Il cuore selvaggio d’Italia

0
Quota
€ 980
Quota
€ 980
PRENOTA ORA
2480

CONTATTI UTILI

Segreteria Viaggi +39.06.85376501

info@wwftravel.it

COME FARE A PARTIRE CON NOI

STUDIA LA SCHEDA DI VIAGGIO

Come prima cosa, osserva con attenzione le nostre schede viaggio; sono arricchite con il massimo delle informazioni possibili

CHIEDICI TUTTE LE INFO CHE VUOI

Se hai bisogno di altre informazioni o chiarimenti, chiamaci o scrivici: siamo a tua completa disposizione. Parlerai direttamente con il team di WWF Travel, che conosce e ama raccontare i dettagli di ogni viaggio.

ISCRIVITI AL VIAGGIO

Hai tutte le informazioni che ti servono e hai deciso di partecipare ad uno dei nostri viaggi?
Per iscriverti, ti basta compilare il form cliccando sul pulsante PRENOTA ORA nella scheda del viaggio

CONFERMA LA PARTECIPAZIONE

La partecipazione sarà confermata con il pagamento di una caparra pari al 20% della quota viaggio

PARTI CON NOI

Le tue vacanze sono salve! Ora sei un Viaggiatore WWF, preparati a incontrare la natura più autentica.

7 giorni 6 notti
Partenze :
23-29 luglio 2020
27 Agosto - 2 Settembre 2020
Per Chi : Per tutti
Abruzzo (Appennino Centrale)
Il cuore selvaggio d'Italia

Itinerario naturalistico e culturale guidato, alla scoperta degli animali e degli ambienti dell’Appennino centrale, in compagnia di un biologo esperto di fauna vertebrata.

 

HIGHLIGHTS

• La Majella, la Montagna Madre – la wilderness più impervia e selvaggia dell’Appennino centrale
• Il Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise –
da un secolo il baluardo dei grandi carnivori italiani
• Il Camoscio d’Abruzzo –
endemismo appenninico e magnifico superstite
• La Valle dell’Orfento, un angolo di paradiso –
il progetto lontra e le magnifiche fioriture
• L’Aquila reale, il picchio muraiolo, la coturnice e il gracchio corallino –
magnifica biodiversità alata
• L’Orso marsicano,
il plantigrado “buono” che cerca di sopravvivere.
• Le Gole del Sagittario –
un tesoro dimenticato tra acque cristalline e rupi calcaree

TAPPE DEL VIAGGIO

Le Gole del Sagittario
Le Gole del Sagittario sono uno spettacolare e suggestivo canyon scavato dall’erosione delle acque del fiume Sagittario. Le gole conservano un ambiente affascinante fatto da rupi altissime, sorgenti, e boschi incontaminati. La Riserva Naturale che le tutela si trova nel comune di Anversa degli Abruzzi, uno dei “Borghi più belli d’Italia”, ai margini del Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise. Il territorio presenta una flora ricca e diversificata e una fauna che comprende tutti i principali mammiferi del Parco Nazionale d’Abruzzo. Tra i mammiferi che hanno scelto questo luogo come habitat naturale ci sono il lupo, l’orso marsicano, il cervo, il capriolo, e la lepre italica, mentre tra gli uccelli dominano aquila reale, picchio muraiolo, coturnice, codirossone etc.

Il Parco Nazionale d’Abruzzo Lazio e Molise
Il Parco Nazionale d’Abruzzo Lazio e Molise è il patriarca di tutti i parchi italiani. Nato nel settembre del 1922 , fu riconosciuto dallo Stato l’ 11 gennaio 1923. L’idea di farne un’area protetta, sulla scia del grande Parco americano di Yellowstone , era già nata verso la fine del 1800, quando questo territorio divenne esclusiva Riserva di Caccia dei Savoia, proprio come l’altro patriarca dei parchi italiani: il Gran Paradiso.
Il Parco si estende su tre regioni: Abruzzo, Lazio e Molise. La parte abruzzese è la più cospicua, perché ricopre circa l’80% del territorio del Parco, poi il Lazio con circa il 18% ed infine il Molise con circa il 12%. Copre una superficie di circa 50.000 ettari, circondati da altri 80.000 ettari di pre-parco, una zona cuscinetto che fra le sue funzioni ha quella di tutelare gli animali che spesso escono dai confini convenzionali del Parco stesso.
Proprio la tutela degli animali, soprattutto dell’Orso bruno marsicano e del Camoscio d’Abruzzo, fu una delle motivazioni che portarono alla creazione di un Parco.

Il Parco Nazionale della Majella
Il Parco nazionale della Majella è stato istituito nel 1991, ed ha la peculiarità di presentarsi compatto dal punto di vista territoriale, raccogliendosi infatti attorno al grande massiccio della Majella, alle adiacenti montagne del Morrone ad ovest, ai monti Pizi e al gruppo del Monte Porrara ad est, fino agli Altipiani maggiori d’Abruzzo a sud-ovest, con la cima più elevata rappresentata dal monte Amaro (2.793 metri).
Al suo interno si trovano inoltre ben sette riserve naturali statali e alcuni beni d’interesse culturale, tra i più rilevanti d’Abruzzo. Sono state censite oltre 2.100 specie vegetali che rappresentano all’incirca un terzo di tutta la flora italiana; alcune specie sono state per la prima volta identificate dai botanici proprio in loco; le specie animali sono invece oltre 150.
Il territorio del parco è situato a cavallo del 42º parallelo. Si estende per una superficie di circa 62.838 ettari, su un terreno prevalentemente montuoso.
La Majella propriamente detta, così come il contiguo massiccio del Morrone, è un imponente massiccio calcareo-dolomitico di età mesozoica e cenozoica. È caratterizzato da una serie di vasti pianori sommitali, dolcemente tondeggianti per effetto dell’azione millenaria dei ghiacciai che qui erano molto estesi durante le ere glaciali, tra cui emerge il vallone di Femmina Morta ad oltre 2500 m di altitudine.

Data e Quota
Dal 23 al 29 Luglio 2020
Dal 27 Agosto al 2 Settembre 2020
 Quota per partecipante in camera doppia: € 980
 

La Quota Comprende

  • Vitto e alloggio full board (pranzo al sacco durante le escursioni), escluso il giorno 7
  • Materiale informativo sulle aree protette visitate e sulla fauna dell'appennino centrale.
  • Escursioni guidate da un biologo/naturalista
  • Utilizzo di strumentazione per l'osservazione di animali (ottiche lunghe Swarowsky, termocamera, fari per spotlighting).
  • Tutti i permessi e gli ingressi in parchi e centri visita
  • Spese di sanificazione eventualmente imposte per legge
  • Assicurazione Medico/Bagaglio

La Quota non Comprende

  • Trasporti con mezzi propri
  • Pranzo libero del giorno 7
  • Bevande extra
  • Quota di gestione pratica di 30 euro
  • Extra personali e in generale ciò che non è compreso in “SERVIZI INCLUSI”.

Mappa

Mappa

Programma
Programma
Giorno 1
23 Luglio - 27 Agosto 2020

Arrivo a Caramanico con mezzi propri, sistemazione in agriturismo. Cena e briefing introduttivo.

Giorno 2
24 Luglio - 28 Agosto 2020

Colazione all’alba. Escursione nella Valle dell’Orfento, con pranzo al sacco. Rientro nel pomeriggio. Cena precoce e uscita al crepuscolo per osservazione di animali, seguita da attività di spotlighting e ricerca di animali con l’ausilio di termocamera. Pernottamento in agriturismo.

Giorno 3
25 Luglio - 29 Agosto 2020

Spostamento verso la riserva di Lama Bianca, ed escursione alla ricerca dei camosci e della fauna di alta montagna. Pranzo al sacco, rientro nel pomeriggio. Appostamenti opzionali/spotlighting in serata. Cena e pernottamento in agriturismo.

Giorno 4
26 Luglio - 30 Agosto 2020

Trasferimento verso Anversa degli Abruzzi ed escursione naturalistica nella riserva naturale delle Gole del Sagittario; pranzo al sacco. Nel tardo pomeriggio trasferimento a Pescasseroli. Cena e sistemazione. A seguire briefing sulla seconda parte del programma. Eventuale appostamento per osservazione di animali in serata.

Giorno 5
27 Luglio - 31 Agosto 2020

Al mattino appostamento per l’osservazione dell’Orso marsicano. A seguire breve escursione introduttiva agli ambienti del Parco d’Abruzzo. Pranzo in ristorante locale. Alle 14 escursione in località Le Creste per bear-watching. Rientro in serata. Cena e pernottamento in hotel.

Giorno 6
28 Luglio - 1 Settembre 2020

Appostamento di bear-watching all’alba. A seguire escursione naturalistica nel bosco secolare della Difesa, per osservare fauna vertebrata, flora spontanea e alcuni invertebrati particolarmente protetti (e.g. Rosalia alpina). Pranzo e spostamento in Cicerana per osservazione di animali con nuove chances per Orso marsicano e Lupo al tramonto. Cena e pernottamento in rifugio (se possibile) o rientro in Hotel.

Giorno 7
29 Luglio - 2 Settembre2020

Colazione, osservazione di animali all’alba e a seguire escursione in Camosciara. Pranzo e partenza.

Partner organizzativo

Dettagli
Chi ci accompagna
Viaggio di gruppo con biologo di Biosfera Itinerari
Dove alloggeremo

Caramanico – Agriturismo La Conca
Pescasseroli – Hotel del Lupo

 

Info utili
Livello di difficoltà del viaggio
Il viaggio è consigliato potenzialmente a tutti, ma non particolarmente adatto ai bambini.
Abbigliamento e attrezzatura

Equipaggiamento di base
Una piccola torcia elettrica, o frontalino a led
Binocolo
Attrezzatura fotografica
Nastro isolante
Coltellino multiuso
Borraccia per l’acqua (almeno 1,5 l)

Abbigliamento (estivo da trekking: abiti freschi ma anche qualcosa di caldo sempre a disposizione. In ogni caso un abbigliamento a strati è sempre la soluzione più idonea)
Pantaloni lunghi e corti (ideali due-tre paia di spezzabili)
T-shirt o camicie (ideale quelle antisudore per le escursioni)
Calzini e intimo
Un pile o maglione
Giacca a vento impermeabile
Cappello
Occhiali da sole
Scarpe da trekking (più scarpe di riserva e ciabatte per albergo)
Cuffia e guanti (salendo in quota possono sempre servire)
Zaino per le escursioni (tra i 20 e i 40 l, se possibile con coprizaino)

Igiene personale
Beauty case
Spazzolino e dentifricio
Asciugamano medie dimensioni
Salviette umidificate
Fazzoletti di carta
Carta igienica per emergenze
Doccia shampoo
Ciabatte da doccia
Materiale da barba
Un disinfettante spray non tossico e farmacia essenziale da viaggio

Per ogni chiarimento o esigenza particolare, non esitate a contattarci!