BASILICATA
Cetacei e tartarughe: giovani biologi in Oasi.

0
VERIFICA DISPONIBILITA'
€ 660
VERIFICA DISPONIBILITA'
€ 660
PRENOTA ORA
26661

CONTATTI

Segreteria Campi Estivi
Tel. 06/27800984-int. 2
Dalle 10.00 alle 13.00

campiestivi@wwftravel.it


  •                                   GIFT CARD

NOTA COVID

Anche per il 2022 è previsto il rimborso integrale delle quote, in caso di blocco delle attività in base a decreto emergenza covid o in caso di blocco degli spostamenti regionali al momento della partenza per il campo (tale rimborso esclusivo per i residenti delle regioni sotto vincolo).

8 giorni - 7 notti
Partenze : 18-25 giugno; 25 giugno-2 luglio; 2-9 luglio; 9-16 luglio; 16-23 luglio; 23-30 luglio 2022
Basilicata - Oasi WWF di Policoro
Per Chi : 7 - 11 anni; 11 -14 anni
N° di Partecipanti : Min 10 - Max 30
Basilicata - Oasi WWF di Policoro

Cetacei e tartarughe: giovani biologi a bordo!

Eccoci nell’Oasi WWF di Policoro, al Centro recupero Animali Selvatici, intenti a monitorare le tartarughe marine nelle vasche, come piccoli assistenti veterinari. Sono sempre buffe e affascinanti, e ormai le conosciamo una per una, ma non smettiamo mai di stupirci quando incrociamo, da vicino, il loro “saggio” sguardo.

Ora che ci siamo presi cura di loro, è il momento di liberarle in mare. Le vediamo allontanarsi lentamente, con movenze risolute e rilassate. Un nuova avventura le aspetta.

Oggi è bel tempo, siamo fortunati! Possiamo uscire con il nostro catamarano e solcare le onde del mare. Gli schizzi ci bagnano e non riusciamo a trattenere le risate. Sole che splende e vento in poppa: è la giornata ideale per salpare alla scoperta dei cetacei marini, come veri biologi. Il nostro sguardo è attento, siamo pronti a tutelare e salvaguardare il mare e i suoi abitanti speciali. Anche le orecchie sono ben tese, e i loro richiami inconfondibili non ci sfuggono. Sono loro, i cetacei! Il tempo di un click, ed ecco che li identifichiamo con una bella foto alla pinna dorsale.

 

La nostra vacanza sostenibile

Facciamo attenzione al riciclo dei materiali con la raccolta differenziata; impariamo risparmiare e ad usare consapevolmente le risorse dell’acqua e dell’energia.

Turni e Quota
TURNI 2022
  • 18-25 giugno;
  • 25 giugno-2 luglio;
  • 2-9 luglio;
  • 9-16 luglio;
  • 16-23 luglio;
  • 23-30 luglio 2022
QUOTA INDIVIDUALE

€     660,00

 

NOTA BENE: ci teniamo a raccontarvi  che ogni anno scegliamo ovunque possibile di non aumentare le quote, salvo nei pochi casi strettamente necessari, a causa dell’aumento dei costi all’origine. 

Chi ci conosce da tanto sa che questo rispecchia pienamente la nostra politica generale sulle quote, che ci impegniamo sempre a mantenere il più possibile stabili, anche nel corso del tempo.  

La Quota Comprende

  • Vitto e alloggio in pensione completa per tutta la durata della vacanza
  • Assistenza 24H degli staff di biologi, naturalisti ed educatori ambientali esperti delle attività previste.
  • Assicurazioni RC e infortuni
  • Iscrizione annuale al WWF. Per chi è già socio in regola, la quota include il rinnovo per l’anno successivo

La Quota non Comprende

  • Il viaggio per/da la sede della vacanza
  • La quota obbligatoria di gestione pratica iscrizione di 30 euro.
  • Eventuali supplementi specifici indicati nella scheda alla voce SUPPLEMENTI

Supplementi

  • Nessun supplemento è previsto per questa proposta

NOTE IMPORTANTI

 

VIAGGIO PER/DA SEDE DEL CAMPO 

Per questa proposta l’appuntamento coi partecipanti è direttamente alla sede del campo: le informazioni per l’appuntamento fanno parte della documentazione di info utili ed equipaggiamento che vengono forniti dalla Segreteria Campi prima della partenza.

 

CAMPO MISTO 

Questa proposta prevede la partecipazione contemporanea dei ragazzi delle elementari e delle medie 

 

Cosa faremo

Biologia ed ecologia dell’ambiente marino e costiero nella Riserva Regionale del Bosco Pantano, tutta in riva al mare. Attività naturalistiche e laboratori ludico-didattici per scoprire la natura e gli animali di questi habitat così preziosi. Per avvicinarci al mondo marino in maniera scientifica oltre che emozionale e ricreativa.

Passeremo un’intera giornata in mare, a bordo di un cabinato a vela, per un’escursione di whale-watching e proveremo l’emozione di essere ricercatori biologi per un giorno; conosceremo l’evoluzione delle specie più importanti del mediterraneo, utilizzeremo strumenti di ricerca e con un po’ di fortuna potremo contribuire ad arricchire la banche dati sulle specie marine, come Cetacei e Tartarughe marine presenti in queste acque da decine di milioni di anni.

Le escursioni nei vari ambienti della Riserva ci permetteranno di sentirci parte integrante del progetto di conservazione e rinaturalizzazione “L’Ultima Foresta Incantata”, che mira al recupero e conservazione di un’antica foresta planiziale, l’ultima del sud Italia.

Già da diversi anni il nostro campo affronta in maniera diretta e scientifica il problema dell’inquinamento da plastica, partecipando alle attività dei Plastic pirates o ai “Tour Spiagge Pulite” saremo protagonisti dell’attività di Marine Litter, clean up, che permette di raccogliere dati biometrici sui rifiuti raccolti e sulla loro massa e di inserirli in un database.

Come veri esploratori in canoa proveremo a raggiungere la Foce del Fiume Sinni e risalirne il corso, alla ricerca della Lontra e dei tanti piccoli abitanti del fiume.

La nostre giornate sono scandite dai laboratori, e dai momenti ricreativi con giochi in spiaggia e attività ludiche come orienteering, beach volley, beach soccer, trekking, mountain-bike e tiro con l’arco.

Mappa

>

Territorio e ambiente

Il campo si trova in Basilicata, nella Riserva Naturale Orientata Regionale “Oasi WWF di Policoro” nel comune di Policoro.

La Riserva si trova lungo la costa ionica metapontina ed è l’ultimo esempio di foresta planiziale umida nell’Italia meridionale. L’area permette a tante rare specie animali e vegetali, come la lontra o l’Iris di palude, di sopravvivere trovandovi rifugio. La macchia mediterranea, l’alto fusto, la duna e il retro-duna costituiscono un insieme di importanti habitat, contenitori essenziali di una ricca biodiversità.

Accarezzata dal mare e attraversata dal fiume Sinni, questo lembo di terra, come uno scrigno prezioso, racchiude testimonianze ancora visibili di una storia che racconta la cultura millenaria del popolo “Lucano” e del suo territorio.

Tipo di alloggio

ALLOGGIO PROVVISORIO 

A causa dei tempi burocratici di rinnovo delle convenzioni comunali sulla Riserva Naturale a tutt’oggi l’alloggio per il campo è da prevedersi per quest’anno al di fuori del Centro Visite. Auspichiamo di poter utilizzare quanto prima le strutture dell’Oasi come di consueto, per i campi estivi. In questo caso ne daremo immediata comunicazione ai genitori degli iscritti. 

Al momento l’alloggio è previsto presso il Centro Giovanile/Sportivo Padre Minozzi, una struttura alberghiera che permette al campo WWF uno spazio riservato e alloggio in camere multiple con servizi interni e dotate di area condizionata. Il Centro dispone di ampi spazi interni, un piccolo angolo bar per la consumazione di bibite e gelati, ed altre sale comuni che potranno essere utilizzate per eventuali giochi serali o attività didattiche. Al primo piano si trova il ristorante nel quale vengono servite la prima colazione e la cena serale al rientro delle attività svolte presso l’Oasi WWF.

 

Il campo durante il giorno si svolge nella Riserva Naturale negli spazi del Centro Visite dell’Oasi WWF di Policoro una struttura architettonicamente sostenibile e ben inserita nel contesto naturalistico della Riserva.

 

 

SEDE CAMPI SCUOLA:
IN QUESTO LUOGO PUOI ANCHE  VENIRE IN GITA CON LA TUA CLASSE

Clicca qui per saperne di più

Aspetti educativi
Responsabile attività
Sostenibilità ambientale
Valore/tutela biodiversità
Valore/tutela ambiente e paesaggio
Alimentazione e filiere di prodotto
Testimoni del territorio

Antonio Colucci per oltre 20 anni impegnato nel settore turistico come imprenditore e da c/a 25 anni attivo sostenitore delle iniziative WWF. Completano il profilo una ventennale esperienza nella gestione dei Campi estivi WWF e nel settore del Turismo Sostenibile.

Responsabile per conto del WWF Italia dell’Oasi Policoro-Herakleia e del Centro visite e Ostello Bosco Pantano, Antonio Colucci guida un appassionato gruppo di ricercatori e professionisti in attività didattiche, ludiche e progetti di ricerca con lo scopo di avvicinare il mondo della scuola, giovani e famiglie alle tematiche ambientali, alla maggiore conoscenza e al rispetto della fauna selvatica e della sua salvaguardia.

La sostenibilità è una delle Mission più importanti del Centro WWF di Policoro, e questo “contamina” ogni attività del campi. Le attività scientifiche, di ricerca e progettazione mirano al miglioramento generale del grado di salute dell’ambiente naturale e vogliono trasmettere questi valori ai partecipanti, come ormai accade da più di un ventennio con migliaia di ospiti l’anno attraverso le bonifiche dell’area dai rifiuti, gli incontri, gli eventi e l’educazione ambientale.

Il CRAS Provinciale (Centro Recupero Animali Selvatici) inoltre si occupa della cura e della stabulazione di tartarughe marine in difficoltà e della fauna selvatica ferita, spesso miglior modo per mostrare le conseguenze sugli animali dell’inquinamento, delle pratiche non sostenibili di pesca e gestione delle risorse.

Al Centro WWF di Policoro si vive in maniera sostenibile ogni giorno, usando metodi ecologici di spostamento come le barche a vela per le ricerche in mare, le canoe e il SUP per esplorare la costa, i pedali delle mountain-bike per conoscere la Riserva.

Il cibo e le bevande provengono da aziende e fornitori locali, promuovendo l’utilizzo di prodotti a chilometro zero, che spesso sono autentici capolavori della tradizione culinaria lucana.

La spesa consapevole diventa spunto per i concetti di sostenibilità economico-ambientale.

Per la merenda scegliamo solo frutta locale proveniente da agricoltura biologica e la raccolta differenziata diviene un ottimo spunto e risorsa per i laboratori di riciclo creativo.

Infine i percorsi didattici, ludici ed esperienziali hanno lo scopo di creare il senso di appartenenza all’ambiente, alla natura e al paesaggio in ogni partecipante. 

Il C.R.A.S. Provinciale del Centro è il migliore laboratorio in cui imparare a conoscere la fauna selvatica sicuri che la migliore sensibilizzazione derivi dall’esperienza diretta. Gli ospiti dei campi WWF di Policoro vivono a stretto contatto con gli animali in via di riabilitazione ospitati dal Centro Recupero e imparano ad essere discreti e a rispettare la quiete prendendosi cura di queste creature.

Il Centro WWF di Policoro  inoltre partecipa al “Progetto Tartaruga”, progetto internazionale che mira allo studio e alla conservazione delle Tartarughe Marine e da anni si occupa della divulgazione scientifica, del monitoraggio dei siti di nidificazione, del recupero, della cura e della riabilitazione di tartarughe ferite o in difficoltà.

Il giorno, il momento in cui i valori di tutela della biodiversità vengono fissati in maniera indelebile nella mente e nella coscienza degli ospiti dei campi è sicuramente legato alla LIBERAZIONE DELLA FAUNA SELVATICA recuperata e pronta a tornare in ambiente naturale. Il sacro silenzio legato al momento della liberazione di una Caretta o di una volpe o di un Rapace rimane scolpito nell’animo umano e vale più di centinaia di convegni e di belle parole spese.

Le escursione in trekking, in canoa o in mountain-bike vengono seguite da esperti biologi e botanici che renderanno l’escursione un vero e proprio viaggio alla scoperta della biodiversità dell’ultima Foresta Planiziale dell’Italia meridionale. Lezioni di botanica a cielo aperto e attese silenziose per osservare l’avifauna saranno momenti importanti in cui imparare giocando e per chi avrà “coraggio da vendere” e tanta “curiosità da sfamare” anche un delicato incontro con i piccoli insetti della Riserva con interessanti lezioni di entomologia.

Durante le ore più calde i veterinari, i botanici e i biologi del centro terranno divertenti lezioni e giochi sulla flora e la fauna del luogo, interagendo con la Mostra delle Tartarughe del Mediterraneo ospitata, con i terrari degli animali esotici e allestendo meravigliosi erbari, il tutto in maniera scientifica ma ludica al contempo.

Il Centro e l’Oasi WWF nascono alla metà degli anni ’90 per salvaguardare, tutelare e valorizzare un territorio ricco di biodiversità e di ecosistemi ormai stravolti dall’antropizzazione dell’ultimo secolo. 

Con i ragazzi osserviamo come il paesaggio sia stato modificato dal disboscamento e dalla bonifica; passeggiando ascolteremo le storie di chi ha visto quei posti cambiare ed esplorando capiremo le differenze di valore esistenti tra un caotico e selvaggio bosco igrofilo ed un’ordinata ma artificiale pineta costiera, opera di rimboschimento

Il cibo e le bevande provengono da aziende e fornitori locali, promuovendo l’utilizzo di prodotti a chilometro zero, che spesso sono autentici capolavori della tradizione culinaria lucana.

A colazione latte proveniente da allevamenti locali, pane di semola di grano duro e marmellata biologica prodotta in loco.

Per la merenda scegliamo solo frutta locale proveniente da agricoltura biologica e la raccolta differenziata diviene un ottimo spunto e risorsa per i laboratori di riciclo creativo.

Per i prodotti tropicali come cacao e caffè scegliamo solo prodotti equo-solidali certificati

Incontreremo i pescatori e gli agricoltori del posto che hanno visto cambiare il territorio e ne conoscono storia e leggende, così insieme a loro, intorno al fuoco ascolteremo le storie del Bosco tra briganti e uomini di mare con le loro incredibili avventure.

Vedremo all’opera le persone che quotidianamente lottano per la tutela degli animali e degli ambienti naturali: i Guardia Parco, le Guardie Eco-Zoofile, gli agenti del Corpo Forestale di Stato e gli uomini della Capitaneria di Porto che cooperano spesso con i responsabili del Centro WWF per la tutela degli ambienti e della fauna selvatica.

Partner organizzativi

Oasi WWF Policoro 

http://www.oasiwwfpolicoro.net