fbpx
+39.06.85376501 info@wwftravel.it
+39.06.85376501 info@wwftravel.it

IMPARIAMO A CAVALCARE VIAGGIANDO

0
iscrizioni a partire da marzo 2019
A partire da€ 840
iscrizioni a partire da marzo 2019
A partire da€ 840
Il tour non è ancora disponibile.

Prenota

Salva nella Wishlist

L'aggiunta di articoli alla Wishlist richiede un account

54

Perché Viaggiare con noi?

Contattaci!

Non esitare a chiamarci. Siamo un team di esperti e siamo felici di parlare con te.

+39.06.85376501

info@wwftravel.it

8 giorni - 7 notti
Disponibilità: 30 giugno - 7 luglio; 7-14 luglio;
Toscana - Castell'Azzara
Per Chi : 14 - 17 anni (da prima superiore)
N° di Partecipanti : Min 8 - Max 12
Toscana - Castell'azzara

Impariamo a cavalcare viaggiando

Chi non ha sognato di viaggiare a cavallo, come gli antichi pionieri, come i cowboys?

Lo scopo di questa esperienza è duplice: che ti viene affidato per tutta la durata del campo, 24 ore su 24. Durante un vero e proprio trekking di tre giorni avrete l’opportunità di accumulare un bagaglio personale di esperienze misurandovi con le dinamiche di un gruppo di cavalli e cavalieri in viaggio.

Il cavallo è il perno attraverso cui ruota il gruppo con tutte le sue dinamiche e rapporti; faremo vita insieme e impareremo a conoscere e misurarci con il carattere non solo dei cavalli che ci accompagnano ma anche con gli altri membri del gruppo. Per noi sarà importante prima di tutto capire l’etologia del cavallo, sapere “come funziona”, come vive in natura e nel branco; da qui trovare le risposte alle sue reazioni istintive e quindi come comunicare con lui.

Anche le nozioni tecniche saranno importanti per poter affrontare i mille problemi di un viaggio a cavallo: dall’orientamento alla cura del cavallo al come montare dal nulla un campo per cavalli e cavalieri. Con la nostra trentennale esperienza di trekking a cavallo vi insegneremo a vivere con i cavalli non solo a montarli.

Note Importanti

 

 

Destinazione

Territorio e ambiente

Il Cornacchino è situato nella parte più intima, e selvaggia della Toscana. Immerso in una valle isolata, nel mezzo della riserva naturale del Monte Penna, una delle più affascinanti e meno conosciute Riserve Naturali del centro Italia.

Il piccolo borgo in pietra in cui sorge l’agriturismo è circondato da boschi e pascoli popolati da caprioli, istrici e cinghiali. Nell’area limitrofa degli Usi Civici di Montevitozzo vengono ancora allevati cavalli bradi di razza autoctona che spesso incontriamo nelle nostre passeggiate a piedi e a cavallo. Più di tremila ettari dove non esiste agricoltura intensiva ma boschi, sorgenti e pascoli.

Questo è l’ambiente dove scoprirete una natura ancora incontaminata in una valle circondata da boschi di quercia, faggi e castagni. Dall’alto delle colline si potrà godere il panorama su tre regioni: Lazio, Umbria e Toscana per lasciare spaziare la vista su tutta la Maremma Toscana sino al mare con Il Monte Argentario e l’Isola del Giglio.

Informazioni sulla destinazione

Tipo di alloggio

Sistemazione: 5 notti al Cornacchino in stanze a 2 – 4 letti con bagni in comune.

In agriturismo i ragazzi vengono alloggiati nello stesso edificio ed è sempre presente anche per la notte un responsabile che dorme con loro. Colazione, pranzo e cena vengono preparati e serviti dalla nostra cucina.

Il Cornacchino è un’azienda agricola biologica che nasce nel rispetto dell’ambiente e nell’amore per il territorio, filosofia che porta la nostra cucina ad usare verdure coltivate direttamente nel nostro orto o prodotti toscani di alta qualità e il più possibile a “chilometri zero”.

Durante il trekking due notti in tende da due posti.

Il Campo: oltre alla cucina da campo è composto di un tendone comune per la colazione e la cena con tavoli e sedie, una tenda spogliatoio, un punto acqua per cucinare e per l’igiene personale, un bagno ecologico, uno spazio per lavarsi e tende ad igloo a due posti fornite di confortevoli materassi per la notte.

 

Partner organizzativi

Agriturismo Il Cornacchino 

 

Cosa faremo

Durante lo svolgimento di tutte le attività e soprattutto durante il trekking sarà richiesto ai ragazzi una piena collaborazione nel lavoro con i cavalli e nell’organizzazione del campo. All’arrivo la presentazione operatori, la sistemazione nelle camere e una passeggiata per cominciare a conoscere i luoghi.

Nelle prime tre giornate si alternano momenti a terra e a cavallo. Nelle prime due ci sarà una metà giornata per montare a cavallo e metà dedicata a una serie di altre informazioni su vari aspetti del trekking. In particolare: pulizia del cavallo con spiegazioni su modi e strumenti; insellaggio e bardatura del proprio cavallo, materiale di selleria specifico per il trekking, bisacce e il loro contenuto, piccola farmacia per cavallo e cavaliere.

L’orientamento: saper leggere le carte e strumenti vecchi e nuovi per orientarsi. Controllo dello stato di salute del cavallo (principali segnali di eventuali patologie), cenni di mascalcia con la guida di un maniscalco professionista, fisiologia del piede, controllo della ferratura e tecniche di soluzione dei problemi durante un viaggio.

Il primo giorno la parte a cavallo comincia con una lezione di equitazione in maneggio per valutare il livello dei singoli cavalieri. Il giorno successivo sarà l’istruttore a valutare se serva ancora la parte più tecnica o si possa già uscire in passeggiata. La terza giornata è dedicata a due uscite in sella, una la mattina e una nel pomeriggio.

Gli altri 3 giorni sono dedicati al trekking vero e proprio con arrivo in serata al campo. Qui i ragazzi sono tenuti a pensare alla sistemazione del loro cavallo negli ampi recinti posizionati intorno alle tende; dopo saranno liberi di organizzarsi nelle tende a igloo a due posti con i loro bagagli.

Nella serata, quando possibile, sarà preparato un fuoco dove poter cucinare e fare due chiacchiere dopo cena sotto le stelle. Il venerdì si rientra al Cornacchino per la cena finale, consegna degli attestati di partecipazione e di una… sorpresa!

Aspetti educativi
  • Responsabile dell'attività

Costi Giulio: Guida Ambientale Equestre; socio del Cornacchino e responsabile del programma Viaggi e Trekking a cavallo, organizza e gestisce da vari anni la Scuola di Trekking Equestre ed i viaggi a cavallo riservati ai ragazzi presso il Cornacchino.

  • 1. Come viene trattato l’argomento della sostenibilità ambientale:

Promuovendo e coinvolgendo i ragazzi nella raccolta differenziata. Fornendo informazioni riguardo il problema e la gestione dei rifiuti. Educando ad un uso consapevole delle risorse (sopratutto l’acqua considerando che al Cornacchino l’acqua proviene direttamente da una sorgente). 

  • 2. Come viene trattato l’argomento Valore/tutela della biodiversità:

Attraverso numerose attività sia durante le escursioni a cavallo, sia durante i giorni di vita al campo. Il campo è in una valle circondata da boschi di faggio, quercia e castagno, all’interno della riserva naturale. La presenza intorno a noi di numerosi selvatici di cui capita sovente l’avvistamento e comunque sempre del ritrovamento delle loro tracce. Osservazione, riconoscimento delle essenze, utilizzo da parte dell’uomo dall’antichità, essenze rare e da proteggere, tutte cose che fanno parte delle nostre giornate insieme al rapporto con il nostro compagno di viaggio.

  • 3. Come viene trattato l’argomento valore e tutela dell’ambiente/paesaggio:

Concetti come il rispetto per l’ambiente ed ogni forma di vita fanno parte integrante del viaggiare a cavallo, la bellezza della natura, le giuste iterazioni con l’attività umana e la storia antica e moderna dei luoghi percorsi dagli zoccoli dei nostri compagni di viaggio sono essenziali per apprezzare la bellezza del nostro viaggio. Un rapporto sano con l’ambiente, il concetto di rispetto in luoghi in cui siamo ospiti.

  • 4. Come viene trattato l’argomento alimentazione e valore delle filiere di prodotto (locale, bio ed equosolidale per i tropicali)

Nel nostro agriturismo biologico si producono molte delle verdure che utilizziamo nella cucina, molti prodotti come per esempio i formaggi, vengono dal vicino caseificio che lavora il latte delle pecore che incontriamo attraversando i pascoli, Cerchiamo per quanto possibile di utilizzare prodotti di zona a km. 0.

  • 5. Quali sono i momenti di incontro con “testimoni” del territorio e quelli di conoscenza della tradizione e cultura locali

Attraverso il programma del Campo si potranno conoscere da vicino arti e mestieri legati alla tradizione della cura del cavallo ( ferratura del cavallo, doma naturale…). Con il viaggio sarà possibile incontrare testimoni della storia locale.

Turni e Quota

I turni per l’estate 2019 saranno pubblicati all’apertura delle iscrizioni, a marzo 2019

i turni 2018 erano 30 giugno – 7 luglio; 7-14 luglio;

 

Quota individuale di partecipazione 

la quota per l’estate 2019 sarà pubblicata all’apertura delle iscrizioni, a marzo 2019

la quota del 2018 era di  € 840

La Quota Comprende

  • Vitto e alloggio in pensione completa per tutta la durata della vacanza
  • Assistenza 24H degli animatori ed educatori esperti delle attività previste, attività
  • Assicurazioni RC e infortuni
  • Iscrizione annuale al WWF. Per chi è già socio in regola, la quota include il rinnovo per l’anno successivo

La Quota non Comprende

  • Il viaggio per/da la sede della vacanza
  • La quota obbligatoria di gestione pratica iscrizione di 30 euro.
  • Eventuali supplementi specifici indicati nella scheda alla voce SUPPLEMENTI

Supplementi

  • Nessun supplemento è previsto per questa proposta
Gallery