SPAGNA
Alla scoperta della Sierra Nevada

0
Quota
€ 1,580
Quota
€ 1,580
PRENOTA ORA
7972

CONTATTI UTILI

Segreteria Viaggi +39.06.85376501

info@wwftravel.it

COME FARE A PARTIRE CON NOI

STUDIA LA SCHEDA DI VIAGGIO

Come prima cosa, osserva con attenzione le nostre schede viaggio; sono arricchite con il massimo delle informazioni possibili

CHIEDICI TUTTE LE INFO CHE VUOI

Se hai bisogno di altre informazioni o chiarimenti, chiamaci o scrivici: siamo a tua completa disposizione. Parlerai direttamente con il team di WWF Travel, che conosce e ama raccontare i dettagli di ogni viaggio.

ISCRIVITI AL VIAGGIO

Hai tutte le informazioni che ti servono e hai deciso di partecipare ad uno dei nostri viaggi?
Per iscriverti, ti basta compilare il form cliccando sul pulsante PRENOTA ORA nella scheda del viaggio

CONFERMA LA PARTECIPAZIONE

La partecipazione sarà confermata con il pagamento di una caparra pari al 20% della quota viaggio. Ovviamente in caso di restrizioni governative che impediscano lo svolgimento del viaggio, la quota sarà interamente rimborsata.

PARTI CON NOI

Le tue vacanze sono salve! Ora sei un Viaggiatore WWF, preparati a incontrare la natura più autentica.

8 giorni 7 notti
Partenze :
14-21 Maggio 2022
5-12 Novembre 2022
Spagna
Alla scoperta della Sierra Nevada

Il Parco Nazionale della Sierra Nevada è un parco nazionale situato nelle province di Granada ed Almería, in Andalusia, nel sud-est della Spagna. Dichiarato parco nazionale il 14 gennaio 1999, si estende dall’Alpujarra a El Marquesado e alla valle di Lecrin, per una superficie totale d 85.883 ettari, che lo fa essere il più grande parco nazionale della Spagna. Il parco include oltre 20 vette oltre i 3.000 metri della Sierra Nevada. Grazie alla sua posizione isolata nel sud dell’Europa, la flora e la fauna della Sierra Nevada sono unici. Durante l’ultima era glaciale, le specie si trasferirono a sud per sfuggire al clima più freddo del nord: quando il clima divenne di nuovo caldo, tali specie sono sopravvissute rifugiandosi in alta montagna. All’interno del parco nazionale sono state catalogate oltre 2.100 specie di piante, 116 delle quali sono classificate come minacciate e più di 60 delle quali sono endemiche e uniche per la zona.

Tra le specie minacciate vi è la Artemisia granatensis, una sub-specie della Genziana di Palude endemica della Sierra Nevada e il Thalictrum alpinum. Una delle più emblematiche piante della Sierra Nevada e la stella delle nevi (Plantago nivalis). Il parco ospita una nutrita popolazione di stambecchi (Capra pyrenaica hispanica), insieme ad altri mammiferi come cinghiale, martora, tasso e gatto selvatico. Specie native di uccelli includono aquila reale, aquila del Bonelli, gheppio, civetta, gufo reale, cardellino, serinus, ortolano, magnanina, monachella, pernice rossa e quaglie comuni.

Data e Quota
 14 – 21 Maggio 2022
5 -12 Novembre 2022
 Quota per partecipante in camera doppia: 1580 euro 
 

La Quota Comprende

  • Accompagnatore biologo per tutta la durata del viaggio
  • Guida locale di lingua italiana/inglese e guide locali in alcuni siti
  • Soggiorni con prima colazione per tutta la durata del viaggio. Gli hotel fanno parte dell'Accordo Europeo per il Turismo Sostenibile (Federazione Europarc)
  • Attività previste da programma con escursioni e visite guidate
  • 6 cene, pic-nic per le escursioni
  • Degustazione di vini
  • Tutti i trasporti
  • Assicurazione responsabilità civile e infortuni
  • Visita guidata culturale al centro di Granada

La Quota non Comprende

  • Volo aereo internazionale
  • Assicurazione annullamento viaggio, opzionale *
  • Bevande Alcoliche
  • Mance ed extra personali e in generale ciò che non è compreso ne "la Quota comprende"
  • I biglietti per l'Alhambra e la visita non sono inclusi perché non si può garantire la visita. Sarà verificata la disponibilità una volta che saranno confermate le prenotazioni.

Mappa

Mappa

Programma
Programma
Giorno 1
Parco Naturale Sierra Nevada*

Trasferimento dall’aeroporto di Malaga (2 ore) o Granada (1 ora) in direzione Parco Naturale della Sierra Nevada e l’alloggio “Cuevas Tio Tobias” (Alcudia de Guadix). Durante il percorso prevista una sosta nel belvedere Cárcavas del Marchal, dichiarato Geoparco dall’UNESCO. 

Arrivo in hotel, accoglienza e incontro. Breve introduzione al Parco Naturale e Nazionale della Sierra Nevada per spiegare la sua caratteristiche di biodiversità e i principali valori ecologici e umani che caratterizzano il territorio.

Degustazione di vini locali e cena presso il ristorante dell’hotel.

Highligts della giornata:

  • Scoprire la catena montuosa e il Parco Naturale e Nazionale, la sua biodiversità e geodiversità, tutte queste caratteristiche che fanno della catena montuosa della Sierra Nevada uno spazio per la conservazione e la vita;
  • Primo paesaggio della catena: la parete nord, dove pendii, calanchi e foreste entrano in contatto ai piedi della Sierra Nevada;
  • L’esperienza di soggiornare in una grotta è un altro momento clou del nostro tour. Qui puoi vivere il silenzio, la pace e la tranquillità. Soggiornare in una grotta ci riporta alle nostre radici primitive.

 

Giorno 2
La foresta del nord del Parco Nazionale della Sierra Nevada

Dopo la prima colazione, ci dirigiamo verso una delle foreste più diversificate da un punto di vista naturalistico e protette della catena montuosa della Sierra Nevada: la Dehesa del Camarate con la sua fitta boscaglia composta da aceri, querce, ciliegi, travi bianche, frassini e betulle  che si alternano andando a creare delle esplosioni di colore, soprattutto nella stagione autunnale.

In questa zona i proprietari e gestori del Parco Nazionale rendono possibile il connubio tra l’allevamento tradizionale del bestiame e la salvaguardia della natura. Possiamo concludere la giornata con la visita al castello di La Calahorra, primo palazzo in stile rinascimentale di Granada, o semplicemente passeggiare nella natura per godere del panorama che ci circonda. 

Pernottamento e cena presso l’hotel Cuevas del Tio Tobas

Highlights della giornata:

  • Esplorazione della foresta della Dehesa de Camarate, un esempio di conservazione e uso del territorio
  • La scoperta di uno dei luoghi storici e culturali più importanti di questa regione: il castello di La Calahorra

 

Giorno 3
Una giornata da Cowboy

Dopo la prima colazione, lasciamo l’hotel adeguatamente preparati per affrontare le due ore di camminata in montagna che ci attendono. Attraverseremo il passo di montagna dal lato settentrionale a quello meridionale del Parco Nazionale della Sierra Nevada che ci condurrà attraverso una pista forestale fino a raggiungere una zona di alta montagna.

Incontreremo Torcuato, uno degli ultimi allevatori di bovini che ha vissuto una vita di transumanza, che ci condurrà nella zona di pascolo insegnandoci come preservare lo stile di vita pastorale e a preservare la razza autoctona di mucche che è quasi scomparsa.

Consumeremo il nostro pranzo al sacco con Torcuato negli alpeggi di alta montagna e dopo pranzo torneremo al furgone per andare in hotel, ma faremo prima una sosta per approfondire la nostra conoscenza del progetto “mucca Pajuna”. Questa zona è di fronte al villaggio di Berchules, che sarà la nostra meta per la  notte. I nostri partecipanti potranno recarsi in hotel con il Van o passeggiare lungo le antiche scalinate che collegano direttamente con il Villaggio (altamento consigliato). 

Arrivo e sistemazione presso Hotel El Cercado de Bérchules*, dove è possible godere di un circuito termale in spa e un massaggio (opzionale su richiesta) o riposarsi in attesa della cena. 

Cena al Ristorante dell’ Hotel Cercado de Bérchules

Highlights della giornata:

  • L’esperienza di trascorrere parte della giornata a 2000 metri sul livello del mare con un appassionato allevatore di bovini, che sta cercando di salvare la razza di mucche più antica d’Europa
  • Contribuire al nostro “progetto di conservazione degli alpeggi e della razza pajuna” attraverso questa visita. Utilizziamo un 2% del reddito totale del viaggio su questo progetto
  • L’alta montagna mediterranea è di per sé un punto importante del progetto. La Sierra Nevada è l’unico Parco Nazionale del progetto MEET con ecosistemi di alta montagna

 

 

Giorno 4
La magica Alpujarra

Dopo la colazione lasceremo l’albergo con i nostri bagagli per iniziare il nostro viaggio verso le pendici meridionali della Sierra Nevada, da est a ovest, fermandoci in diversi punti panoramici e villaggi, come Trevélez, il più alto di questa zona chiamata La Alpujarra. A Trevélez avremo modo di approfondire il patrimonio culturale di questa zona, l’architettura e l’urbanistica di questi villaggi. Proseguiamo in autobus o a piedi da Trevélez a Busquistar (15 km) bosco mediterraneo di lecci e querce.

Quando arriviamo a Capileira, il più alto dei tre villaggi che compongono la valle, potremo sorseggiare una birra fresca o un bicchiere di vino sulla terrazza del nostro hotel, da cui potremo godere della vista di incantevoli villaggi in cui sopravvivono campi terrazzati e canali di irrigazione, resti di un’epoca passata.

Pranzo e tempo per riposare, per poi concludere la giornata scendendo a piedi, attraverso un sentiero locale, per visitare uno dei tre paesi della valle, ritorno a Capileira in autobus e cena.

Pernottamento presso l’Hotel Finca Los Llanos o all’Alfajia de Antonio

Highlights della giornata:

 

  • L’Alpujarra è un’area isolata della Sierra Nevada. Le caratteristiche dell’urbanistica e dell’architettura dei suoi borghi conservano l’origine berbera. Incontreremo, tra le altre cose, sorgenti d’acqua naturali, lavanderie pubbliche tradizionali, chiese, aie e antichi castagneti.
Giorno 5
Ecosistemi di Alta Montagna

La Sierra Nevada ha assunto il suo ruolo di Parco Nazionale grazie ai suoi ecosistemi di alta montagna, che oggi iniziamo ad esplorare; il servizio di trasporto ufficiale del Parco ci consentirà di avvicinarci in bus all’area di vegetazione mediterranea di alta montagna. Raggiungeremo a piedi un rifugio alpino a 2500m di altitudine dove pranzeremo per poi rientrare seguendo il tradizionale sistema dei canali di irrigazione. Questo sistema, la cui origine risale al IX secolo, fa parte del patrimonio culturale dell’Alpujarra. La discesa prevede circa 1000 metri di discesa.

Avremo l’opportunità di osservare anche lo stambecco iberico, una specie che nella Sierra Nevada ha la più grande popolazione d’Europa, e alla fine di giugno sarà anche possible osservare piante e farfalle endemiche. Da considerare la possibilità di incontrare neve nel mese di Novembre e quindi di aggiustare le attività.

Pernottamento presso l’Hotel Finca Los Llanos all’Alfajia de Antonio.

Giorno 6
Versante occidentale

Dopo aver fatto colazione e check out, un transfer ci condurrà dall’Alpujarra all’area occidentale della catena montuosa non lontana Granada. Questa zona è completamente diversa da quelle visitate in precedenza e costituisce l’angolo dolomitico della catena. Passeggiata sulla Boca de la Pescá, una modesta vetta di 1.518 metri di altitudine, popolata da una grande varietà di flora endemica, qui consumeremo il nostro pranzo al sacco.

Ci si muove verso Cortijo Balzaín, in località la Zubia, una tenuta rurale che in origine era una masseria si trova all’interno della Riserva Naturale della Sierra Nevada, nel cuore delle montagne.

Giorno 7
Alla scoperta di Granada – Patrimonio UNESCO

Giornata alla scoperta della città di Granada, attraverso i Palazzi dell’Alhambra (non sempre possibile a causa del sistema di prenotazione…) e i suoi quartieri storici. Serata libera per passeggiate, fare shopping o relax

Pernottamento presso il Cortijo Balzaín

Momenti salienti della giornata:

  • Giornata nella città di Granada per visitare i Palazzi dell’Alhambra, l’Albaycin e il Sacromonte. La storia di Granada è iniziata su queste colline e oggi sono i quartieri più popolari e tradizionali della città in contrasto con il centro, ricco di negozi e servizi.
Giorno 8
Rientro
Transfer aeroporto e rientro in Italia
Tour Operator Partner

Progetto MEET Network IUCN

Dettagli e Informazioni utili
Documenti

Carta d’Identità valida per l’espatrio o Passaporto.

Vaccinazioni e politiche covid

Verificare situazione aggiornata sul sito VIAGGIARE SICURI del Ministero degli Esteri italiano

Dove alloggeremo

Hotel e appartamenti tipici locali.

In alcuni alloggi il gruppo avrò i servizi igienici in condivisione tra i partecipanti (Giorno 3 Hotel Chercado de Berchules – Giorno 6 e 7 Cortijo Balzan)

Pasti

Compreremo i nostri picnic tra cui pane al forno tradizionale, pomodori, lattuga, salumi, formaggio, frutta, tra gli altri.

Cene o pranzi saranno selezionati dalla guida locale. I vegetariani, o le persone con allergie o altre esigenze dietetiche, devono comunicarlo prima del viaggio.

Ordineremo prodotti extra nelle colazioni come verdure fresche e uova, che non sono usuali nella colazione spagnola. Teniamo conto anche delle esigenze culturali dei nostri visitatori per quanto riguarda i pasti.

 

Guide e sicurezza

Tutte le guide locali hanno la formazione necessaria per garantire la completa sicurezza del gruppo. Manterremo il gruppo unito e in contatto usando i walkie-talkie. Le guide hanno tutte seguito corsi di primo soccorso. Implementato un protocollo per la prevenzione del COVID. Tutti gli hotel hanno inoltre implementato tutte le misure di pulizia e disinfezione necessarie per garantire un ambiente sicuro.

Considerazioni mediche, difficoltà delle escursioni

Si richiede ai partecipanti di informarci dell’esistenza di eventuali malattie croniche o cardiovascolari che potrebbero interferire con le attività escursionistiche. Per gli stessi motivi abbiamo bisogno di conoscere eventuali allergie. È richiesto un buon livello di forma fisica ed è necessaria una precedente esperienza su percorsi di difficoltà simile. Il ritmo che seguiremo non è sportivo ma un ritmo che permetta interpretazione e interazione, tuttavia, l’esperienza o l’escursionismo regolare sono fondamentali.

Impegno per la sostenibilità

Nell’anno della pandemia, abbiamo rafforzato il nostro impegno per la sostenibilità

– Abbiamo implementato il nostro contatore di emissioni di carbonio e avviato il progetto di compensazione attraverso la riforestazione in Sierra Nevada. Progetto con volontari per la rigenerazione delle aree bruciate dagli incendi nel Parco Naturale         

 – Il 5% dei nostri ricavi (non utili) è destinato a progetti incentrati sulla conservazione delle attività tradizionali, come la transumanza e la conservazione delle razze autoctone di vacca di montagna. Contribuiamo a progetti per il mantenimento dei sistemi agricoli tradizionali, ricostruendo canali irrigui e riparando rifugi di montagna

– Lavoriamo con imprese indipendenti al 100% di proprietà locale, migliorando l’economia locale

– Formiamo e incoraggiamo i nostri fornitori e albergatori a essere più sostenibili e rispettosi dell’ambiente nelle loro attività quotidiane

– Prestiamo particolare attenzione al capitale umano e all’animazione socioeducativa, promuovendo la formazione e lo sviluppo professionale.