LIGURIA
I boschi segreti del lupo

0
Iscrizioni 2021 aperte!!
€ 590
Iscrizioni 2021 aperte!!
€ 590
PRENOTA ORA
6093

CONTATTI

Segreteria Campi Estivi
Tel. 06/27800984-int. 2

campiestivi@wwftravel.it


  •                                   GIFT CARD

NOTA COVID

Anche per il 2021 è previsto il rimborso integrale delle quote, in caso di blocco delle attività in base a decreto emergenza covid o in caso di blocco degli spostamenti regionali al momento della partenza per il campo (tale rimborso esclusivo per i residenti delle regioni sotto vincolo).

7 giorni - 6 notti
Partenze : 20-26 giugno; 27 giugno-3 luglio; 4-10 luglio; 11-17 luglio; 18-24 luglio 2021; 
Liguria Parco del Beigua, Riserva regionale e Geoparco UNESCO
Per Chi : 7 - 11 anni
N° di Partecipanti : Min 8 - Max 16
Liguria - Parco del Beigua, Riserva regionale e Geoparco UNESCO

I boschi segreti del lupo

Accoglienti montagne ricoperte da grandi foreste incontaminate: è l’ambiente dove il lupo, il signore dei boschi, ama vivere, curare i suoi cuccioli, lottare e affrontare mille insidie. E c’è un posto in Liguria dove questo ambiente è pronto ad accoglierci, per far vivere anche a noi l’emozione di essere lupo, seguirne le tracce, svelarne i segreti.

E’ il Parco dell’Alta Val d’Orba, dove boschi rigogliosi e natura selvaggia offrono ospitalità e protezione al signore del bosco, dandoci l’opportunità di conoscere i segreti di questo meraviglioso animale e scoprire insieme, giocando, la fauna e la flora montana.

Ogni giorno un’escursione, un gioco con personaggi fantastici o un’esperienza immersiva per entrare consapevolmente in contatto con la natura ed imparare a rispettarla.

Scarponcini, macchina fotografica e binocoli: pronti? La foresta ed i suoi abitanti ci aspettano!

La nostra vacanza sostenibile

Impariamo ad usare le risorse con consapevolezza, cercando di produrre il minor numero di rifiuti possibile. Rispettiamo l’ambiente in cui ci troviamo. A tavola utilizziamo prodotti locali e stagionali. Creiamo una connessione tra noi, l’habitat e gli animali che vivono nella natura.

Turni e Quota
ANTEPRIMA TURNI 2021
  • 20 - 26 Giugno
  • 27 Giugno - 3 Luglio
  • 4 - 10 Luglio
  • 11 - 17 Luglio
  • 18 - 24 Luglio
QUOTA INDIVIDUALE

€     590,00

 

NOTA BENE: ci teniamo a raccontarvi  che per quest’anno così particolare la nostra scelta è stata di non aumentare le quote, salvo in pochi casi strettamente necessari. Ed in ogni caso di importi minimi.

Chi ci conosce da tanto sa che questo rispecchia pienamente la nostra politica generale sulle quote, che ci impegniamo sempre a mantenere il più possibile stabili, anche nel corso del tempo.  

La Quota Comprende

  • Vitto e alloggio in pensione completa per tutta la durata della vacanza
  • Assistenza 24H degli animatori ed educatori esperti delle attività previste, attività
  • Assicurazioni RC e infortuni
  • Iscrizione annuale al WWF. Per chi è già socio in regola, la quota include il rinnovo per l’anno successivo

La Quota non Comprende

  • Il viaggio per/da la sede della vacanza
  • La quota obbligatoria di gestione pratica iscrizione di 30 euro.
  • Eventuali supplementi specifici indicati nella scheda alla voce SUPPLEMENTI

Supplementi

  • Nessun supplemento è previsto per questa proposta

NOTE IMPORTANTI

VIAGGIO PER/DA SEDE DEL CAMPO 

Per questa proposta l’appuntamento coi partecipanti è direttamente alla sede del campo: le informazioni per l’appuntamento fanno parte della documentazione di info utili ed equipaggiamento che vengono forniti dalla Segreteria Campi prima della partenza.

Cosa faremo
  • Escursioni con le guide ambientali

Alla scoperta dei diversi ambienti naturali che compongono la valle dell’Orba, osservando le diverse specie presenti in ogni differente habitat. La nostra “guida” sarà il lupo: le scoperte quotidiane avverranno infatti andando sulle sue tracce, passo dopo passo seguendo gli “indizi” lasciati da questo straordinario animale.

  • Attenti al lupo

Oltre ad un’escursione dedicata, giochi e filmati ci accompagneranno durante tutto il campo per conoscere in modo responsabile il mondo di questo predatore.

  • Ecosistemiamoci!

Come funzionano le relazioni tra specie in un ambiente naturale? Come funziona la rete trofica nell’ambiente boschivo? Quali conseguenze comporta l’interferenza dell’uomo?

Con un gioco di ruolo dedicato scopriremo quali risolti, a volte del tutto imprevedibili, ci siano nelle dinamiche naturali, imparando divertendoci la complessità di un ecosistema e quanto sia importante sia tutelare gli equilibri naturali di un ecosistema.

  • Boschi e folletti

Credereste mai che i boschi sono abitati anche da creature fantastiche? Nei boschi del Beigua è possibile incontrare i Beig, piccoli custodi del patrimonio naturalistico di queste montagne. Un ‘escursione semplice ci porterà nel bosco dei folletti per vivere insieme a loro un’incredibile avventura tra fantasia e realtà, per imparare insieme l’importanza della tutela dell’ambiente.

  • “Il cappello di Verdebruno”

Una escursione/gioco di ruolo attraverso lo strumento del racconto fantastico, con cui i bambini potranno essere sensibilizzati al tema della tutela ambientale ed a quello delle conseguenze da sfruttamento minerario del territorio.

  • A rimirar le stelle

Grazie alla grande passione del proprietario dell’hotel dove si alloggia, l’hotel dispone di una terrazza attrezzata con telescopi amatoriali di alto livello che, tempo permettendo, verranno messi a disposizione del nostro gruppo per attività di osservazione astronomica notturna.

Mappa

Territorio e ambiente

Siamo a Tiglieto, in alta Val d’Orba, una valle che passa rapidamente dai 600 ai 1280 mt di quota, nella parte settentrionale del Parco naturale Regionale del Beigua – UNESCO Global Geopark. Siamo circondati da un ricchissimo ambiente montano, tra foresta, torrenti di acqua cristallina e profumati pascoli d’altura che si alternano a scenografici affioramenti rocciosi.

Il Parco Naturale Regionale del Beigua è il parco regionale più grande della Liguria. Riconosciuto sin dal 2005 Geoparco, nel 2015 è ufficialmente entrato nella lista UNESCO Global Geopark, grazie al suo straordinario patrimonio geologico riconosciuto a livello mondiale. Qui vivono specie animali e vegetali di grandissimo pregio naturalistico: dall’aquila reale al lupo, dalla drosera alla viola di Bertoloni.

Il Parco del Beigua si traduce quindi in un incredibile scrigno di biodiversità, un tesoro ed un patrimonio di tutti tutto da scoprire!

Tipo di alloggio

Immerso nel verde dei boschi che circondano Tiglieto (GE), l’Hotel Villa Margherita è una struttura accogliente a gestione familiare, con camere semplici ma pulite e curate. Alloggeremo in camere a2/3 letti, tutte con servizi privati e concentrate su un unico piano.

All’esterno una grande terrazza tendata dà la possibilità di fare attività all’aria aperta anche in caso di pioggia o per le merende tra un gioco e l’altro, oltre a grandi spazi esterni e prati nei pressi dell’hotel. E, piccola chicca, un terrazzo sul tetto attrezzato con telescopi amatoriali di alto livello per l’osservazione astronomica, la grande passione del proprietario.

E per mangiare? Verdure dell’orto e pane fresco, carni e formaggi dei produttori locali a km 0, cucina casalinga secondo la tradizione ligure-piemontese.

Partner organizzativi

Four Seasons Natura e Cultura 

Aspetti educativi
Responsabile attività
Sostenibilità ambientale
Valore/tutela biodiversità
Valore/tutela ambiente e paesaggio
Alimentazione e filiere di prodotto
Testimoni del territorio

Responsabile attività: Serena Siri

Laureata in Biologia e Guida Ambientale Escursionistica abilitata per Regione Liguria e associata AIGAE. Operatrice in attività didattiche per le scuole con progetti e laboratori in aula e in ambiente naturale e, dal 2009, anche nei campi WWF, nonché  Guida Ambientale, accompagnando alla scoperta del territorio Ligure in escursioni per gruppi, privati e scuole. Dal 2006 attività di whale watching. Dal 2021 è anche steward per il progetto internazionale LIFE WolfAlps.

La struttura scelta per il campo è da sempre attenta alla tutela dell’ambiente e del proprio territorio, e si è dotata di impianto fotovoltaico, impianto solare termico e un sistema di riscaldamento a pompa di calore ad alta efficienza e biomasse.

Il tema stesso del campo è un invito alla tutela della biodiversità. Conoscere, ammirare, amare un grande predatore come il lupo implica necessariamente conoscerne l’ambiente in cui vive e si muove, le abitudini, la sua posizione nella catena alimentare, apprezzando così l’importanza di un ecosistema integro in cui ogni animale ricopre la sua funzione essenziale, dai batteri del suolo al superpredatore.

A causa della ricchezza del sottosuolo, il Parco è stato nei secoli ed è tutt’ora sotto pressione per lo sfruttamento delle sue risorse minerarie, che ne rischia di alterare pesantemente il paesaggio oltre a creare gravi danni ambientali. Durante il campo i bambini saranno a stretto contatto con le bellezze e il valore di un paesaggio il più possibile integro e, dove sfruttato, utilizzato in modo sostenibile, così da apprezzare e toccare con mano l’importanza di una visione a 360° dell’ambiente che vada oltre la mera valorizzazione economica.

 

Durante i pasti viene data particolare attenzione all’utilizzo di materie prime locali e ricette regionali, con ampio utilizzo di verdure dell’orto e pane fresco, carni e formaggi dei produttori locali a km 0, cucina casalinga secondo la tradizione ligure-piemontese.

Acqua dell’acquedotto locale, (conducibilità elettrica: ~70 microS/cm), proveniente da sorgenti di montagna (acquiferi serpentinosi, assenza totale di calcare), e trattata in hotel con impianto di filtraggio a carboni attivi per la produzione di acqua liscia/gasata/refrigerata, che evita il ricorso ad acqua preconfezionata in bottiglia.

NOTA COVID: a causa delle attuali restrizioni anti COVID, durante i pasti potrebbe essere necessario ricorrere, durante la prima colazione, la merenda e i pranzi al sacco, anche ad alimenti monoporzione e preconfezionati, prassi che di solito si cerca di evitare ma che l’attuale pandemia impone.

Incontro con Gigi, la prima guardia WWF, il pescatore di laguna, il direttore dell’oasi, l’ornitologo il naturalista e il ricercatore.

Gallery