Sardegna
Esperienze di Mare nella penisola del Sinis

0
Quota
A partire da
€ 520
Quota
A partire da
€ 520
PRENOTA ORA
4941

CONTATTI UTILI

Segreteria Viaggi +39.06.85376501

info@wwftravel.it

COME FARE A PARTIRE CON NOI

STUDIA LA SCHEDA DI VIAGGIO

Come prima cosa, osserva con attenzione le nostre schede viaggio; sono arricchite con il massimo delle informazioni possibili

CHIEDICI TUTTE LE INFO CHE VUOI

Se hai bisogno di altre informazioni o chiarimenti, chiamaci o scrivici: siamo a tua completa disposizione. Parlerai direttamente con il team di WWF Travel, che conosce e ama raccontare i dettagli di ogni viaggio.

ISCRIVITI AL VIAGGIO

Hai tutte le informazioni che ti servono e hai deciso di partecipare ad uno dei nostri viaggi?
Per iscriverti, ti basta compilare il form cliccando sul pulsante PRENOTA ORA nella scheda del viaggio

CONFERMA LA PARTECIPAZIONE

La partecipazione sarà confermata con il pagamento di una caparra pari al 20% della quota viaggio. Ovviamente in caso di restrizioni governative che impediscano lo svolgimento del viaggio, la quota sarà interamente rimborsata.

PARTI CON NOI

Le tue vacanze sono salve! Ora sei un Viaggiatore WWF, preparati a incontrare la natura più autentica.


8 giorni 7 notti
4 giorni 3 notti
Partenze :
sett: 5 Settembre - 12 Settembre
week-end: 9 Settembre - 12 Settembre
sett: 19 Settembre - 26 Settembre
week-end: 23 Settembre - 26 Settembre
Penisola del Sinis
Per Chi : Per tutti
Esperienze di Mare
Sardegna - Penisola del Sinis

Un itinerario proposto in doppia formula, settimanale e week-enddi interesse storico, culturale, culinario ma soprattutto etico-naturalistico, in grado di coinvolgere i partecipanti in tante e diverse esperienze legate al mare senza trascurare il piacere di scoprire la bellezza naturale di una delle aree meno frequentate della Sardegna ma non per questo meno interessanti. Un’immersione nella realtà dell’Area Marina Protetta del Sinis, tra spiagge meravigliose, archeologia e biologia marina ed esperienze di pesca sostenibile dove impareremo come si possa aiutare a proteggere i nostri mari anche e soprattutto con i nostri comportamenti di spesa quotidiani.

Highlights
  • La natura e la cultura di Cabras, il sito archeologico di Tharros e Capo San Marco;
  • Il birdwatching nelle zone umide, in barca o in kayak;
  • Esperienze di  Biologia Marina nell’Area Marina Protetta del Sinis, sopra la superficie dell’acqua con lo Stand Up Paddle (SUP) o sotto la superficie, respirando con il Peter Diving System;
  • La pesca sostenibile, ma anche il consumo sostenibile di pesce, esperienze di ittiturismo e di pesca tradizionale a stretto contatto con i pescatori locali.
Tappe del viaggio

L’Area Marina Protetta (A.M.P.) del Sinis.

L’Area Marina Protetta “Penisola del Sinis – Isola di Mal di Ventre” è stata istituita nel 1997 al fine di tutelare il vasto ambiente marino della Penisola del Sinis e che comprende anche l’Isola di Mal di Ventre e lo Scoglio del Catalano. La parte bassa della Penisola del Sinis verso San Giovanni di Sinis, si presenta rocciosa per poi diventare dapprima sabbiosa e quindi, nei tratti alti, caratterizzata da imponenti falesie che sovrastano il mare fino alla sommità di Capo Mannu

Gli obiettivi dell’AMP sono prima di tutto la tutela e la valorizzazione delle caratteristiche naturali, chimiche, fisiche e della biodiversità marina e costiera, con particolare attenzione alla Posidonia oceanica, la promozione dell’educazione ambientale e la diffusione delle conoscenze degli ambienti marini e costieri dell’area marina protetta, anche attraverso la realizzazione di programmi didattici e divulgativi, la realizzazione di programmi di studio, monitoraggio e ricerca scientifica nei settori delle scienze naturali e della tutela ambientale, al fine di assicurare la conoscenza sistematica dell’area, la promozione dello sviluppo sostenibile dell’area, con particolare riguardo alla valorizzazione delle attività tradizionali, delle culture locali e del turismo ecocompatibile, alla canalizzazione dei flussi turistici in mare e lungo la fascia costiera.

                                       Immagine che contiene testo, mappa Descrizione generata automaticamente

Data e Quota

Formula settimanale 8 giorni 7 notti

 

  • 5 Settembre - 12 Settembre 2021
  • 19 Settembre - 26 Settembre 2021
  • 1040 Euro
  • 1040 Euro

Formula week-end 4 giorni 3 notti

 

  • 9 Settembre - 12 Settembre 2021
  • 23 Settembre - 26 Settembre 2021
  • 520 Euro
  • 520 Euro

La Quota Comprende

  • Sistemazione in Hotel o B&B categoria 3 stelle con colazione inclusa
  • I pasti specificati nel programma
  • Tutte le escursioni specificate nel programma
  • Accompagnamento guidato in tutte le escursioni previste
  • Assistenza durante tutto il soggiorno da partner WWF Travel
  • Assicurazione Medico/Bagaglio
  • Iscrizione annuale al WWF. Per chi è già socio in regola, la quota include il rinnovo per l’anno successivo

La Quota non Comprende

  • Il viaggio per/da Penisola del Sinis
  • Tutti i trasferimenti interni
  • La quota obbligatoria di gestione pratica di 30 euro
  • Pasti non specificati nel programma
  • Le escursioni non previste da programma o specificate come “facoltative”
  • Eventuali extra specifici indicati alla voce SUPPLEMENTI

Supplementi

  • Supplemento singola 120 euro su proposta settimanale
    55 euro su proposta week-end

Riduzioni

  • Gratuito infant fino ai 3 anni non compiuti
  • 50% di sconto su ragazzi dai 3 fino ai 12 anni non compiuti in camera con 2 genitori
  • 30% di sconto su ragazzi dai 3 anni ai 12 anni non compiuti in camera con un solo genitore
  • 10% su terzo letto dai 12 anni in su

Mappa

Programma settimanale
Giorno 1 - Domenica

 Arrivo e sistemazione in albergo “La corte di Lucina” (***) a Terralba, incontro con il Tour Leader e aperitivo di presentazione del programma settimanale. Cena libera.

Giorno 2 - Lunedì

Al mattino uscita di Pescaturismo, della durata dalle 2 alle 4 ore con recupero di nasse e reti. Pranzo in ristorante tipico ittiturismo a Marceddì (non incluso) e rientro in albergo.

Nel pomeriggio visita guidata di birdwatching nelle zone umide a sud di Oristano (stagno di S’Ena Arrubia e/o di Marceddì) Entrambe zone Ramsar e SIC.

Rientro a Terralba e cena libera.

Giorno 3 - Martedì

Intero pomeriggio dedicato al SUP e alla Biologia Marina. Un Biologo Marino descriverà le caratteristiche tipiche delle coste mediterranee e gli organismi che vi abitano. A seguire ci sarà un minicorso di Stand Up Paddle (SUP) rivolto sia agli adulti che ai ragazzi (a partire da 8 anni) di qualsiasi livello di esperienza al termine del quale si partirà per un’escursione guidata in mare con il SUP durante la quale verranno mostrati gli ambienti precedentemente descritti. Cena libera

Giorno 4 - Mercoledì

Mattinata dedicata allo snorkeling e alla Biologia Marina. I partecipanti potranno decidere se prendere parte al corso di Snorkeling o al corso subacqueo con il Peter Diving System, una modalità innovativa che permette di immergersi sott’acqua in assoluta libertà,senza il peso delle bombole sulle spalle; i subacquei, infatti, ricevono l’aria dalla superficie grazie a dei tubi lunghi 6 metri, ottenendo una totale libertà di movimento e semplicità di utilizzo dell’attrezzatura.

Anche quest’esperienza sarà preceduta da un breve corso di Biologia Marina: questa volta verranno descritti gli ambienti sommersi tipici del Mediterraneo; i 3 ambienti (sabbioso, roccioso e Posidonia Oceanica) e gli organismi animali e vegetali che vi abitano, che verranno osservati durante quest’esperienza subacquea .

Giorno 5 - Giovedì

Giornata libera. Nel pomeriggio trasferimento verso l’Albergo Diffuso di Cabras.

Giorno 6 - Venerdì

“Pescatore per un giorno”, uscita notturna con possibilità di vivere l’esperienza di una vera battuta di pesca su un peschereccio. Si partirà intorno alle ore 3,30 del mattino per rientrare in porto alle ore 14/14.30, il pranzo a bordo è incluso.

In alternativa, per chi non fosse interessato alla pesca notturna, al mattino intorno alle 9.00 escursione naturalistica lungo il Capo San Marco, visita guidata al sito archeologico di Tharros; pranzo al mare incluso con pocket lunch di prodotti tipici e rientro a Cabras per le 14.

Nel tardo pomeriggio, per tutti, visita guidata sul tema della pesca lagunare a Cabras “Pescatori Scalzi”: visita che si svolge in 3 tappe per concludersi con una cena, inclusa, presso l’ittiturismo dei pescatori del consorzio Pontis.

Giorno 7 - Sabato

Al mattino, ore 8, uscita di pescaturismo: recupero delle reti calate il giorno prima, attività varie connesse, spostamento in un punto riparato per bagni e immersioni, pranzo a bordo incluso e rientro al porticciolo per le ore 17 circa.

In serata cena finale, inclusa, tutti insieme, presso un ristorante tipico di Cabras.

Giorno 8 - Domenica

 Al mattino tra le ore 10 e le ore 12, visita guidata in kayak nello stagno di Cabras con descrizione degli aspetti naturalistici della zona umida e possibilità di osservare diverse specie di uccelli acquatici. Pranzo libero e poi partenza per i vari porti ed aeroporti d’imbarco.

Programma week-end
Giorno1 - Giovedì

Giornata libera. Nel pomeriggio trasferimento verso l’Albergo Diffuso di Cabras.

Giorno 2 - Venerdì

“Pescatore per un giorno”, uscita notturna con possibilità di vivere l’esperienza di una vera battuta di pesca su un peschereccio. Si partirà intorno alle ore 3,30 del mattino per rientrare in porto alle ore 14/14.30, il pranzo a bordo è incluso.

In alternativa, per chi non fosse interessato alla pesca notturna, al mattino intorno alle 9.00 escursione naturalistica lungo il Capo San Marco, visita guidata al sito archeologico di Tharros; pranzo al mare incluso con pocket lunch di prodotti tipici e rientro a Cabras per le 14.

Nel tardo pomeriggio, per tutti, visita guidata sul tema della pesca lagunare a Cabras “Pescatori Scalzi”: visita che si svolge in 3 tappe per concludersi con una cena, inclusa, presso l’ittiturismo dei pescatori del consorzio Pontis.

Giorno 3 - Sabato

Al mattino, ore 8, uscita di pescaturismo: recupero delle reti calate il giorno prima, attività varie connesse, spostamento in un punto riparato per bagni e immersioni, pranzo a bordo incluso e rientro al porticciolo per le ore 17 circa.

In serata cena finale, inclusa, tutti insieme, presso un ristorante tipico di Cabras.

Giorno 4 - Domenica

 Al mattino tra le ore 10 e le ore 12, visita guidata in kayak nello stagno di Cabras con descrizione degli aspetti naturalistici della zona umida e possibilità di osservare diverse specie di uccelli acquatici. Pranzo libero e poi partenza per i vari porti ed aeroporti d’imbarco.

Partner organizzativi
WWF Italia

Alea
Prova insieme a noi il Peter Diving System
Dettagli
Dove alloggeremo
Hotel o B&B categoria 3 Stelle a Terralba e Cabras.
Trasporti
Necessario disporre di mezzo proprio per raggiungere la destinazione e per raggiungere tutte le destinazioni non incluse nel programma. Possibilità di richiedere transfer dall’aeroporto o dal porto di Cagliari anche se si consiglia il noleggio di un auto per godere di tutte le proposte previste da programma.
Livello di difficoltà del viaggio
Il viaggio è consigliato potenzialmente a tutti, adatto a ragazzi e bambini non sofferenti mal di mare.
Pescare oggi per domani: insieme per garantire un futuro alla piccola pesca

 Il Mar Mediterraneo è sotto assedio: pesca eccessiva, illegale, traffico marittimo e inquinamento da plastica sono alcune delle principali minacce che stanno mettendo a rischio l’equilibrio e la biodiversità del nostro mare. Il problema della sovra-pesca non colpisce soltanto le specie di maggiore interesse commerciale (specie target), ma anche tutte quelle specie che vengono catturate accidentalmente da attrezzi di pesca poco selettivi.

Per questo WWF da anni è attiva in molte località del Mediterraneo affinché si realizzino dei Piani di Gestione della pesca che abbiano l’obiettivo di tutelare l’intero ecosistema da cui le specie pescate dipendono. Per mantenere lo sfruttamento degli stock ittici a livelli sostenibili, infatti, è fondamentale preservare il funzionamento delle comunità e degli habitat da cui queste specie dipendono, per la loro crescita e riproduzione, secondo un approccio ecosistemico alla gestione della pesca.

La piccola pesca ha un ruolo cruciale in questi progetti. Da sola produce all’incirca il 50 % del pescato mondiale per il consumo umano. L’obiettivo del lavoro del WWF è quello di sviluppare meccanismi di co-gestione della piccola pesca, in cui partecipino pescatori ma anche tutti gli attori del settore della pesca locale al fine di promuovere una piccola pesca sostenibile dal punto di vista ecologico e socio-economico.

La Pescaturismo e l’ittiturismo rappresentano uno delle modalità per raggiungere questi obiettivi. Organizzando questi viaggi miriamo da una parte ad aiutare la piccola pesca fornendo ai pescatori percorsi alternativi di reddito che li spingano a ridurre l’attività di pesca vera e propria per dedicarsi ad attività economiche alternative, e dall’altra a promuovere un consumo di prodotti del mare più ecologico, sociale ed economicamente sostenibile.

Per approfondire i temi delle Campagne che WWF porta avanti per una Pesca Sostenibile ecco i link di riferimento:

https://www.wwfmmi.org/what_we_do/fisheries/transforming_small_scale_fisheries/

https://www.wwf.it/piccola_pesca.cfm