PUGLIA
Con le tartarughe tra le stelle del mare e le stelle del cielo

0
Iscrizioni 2021 aperte!!!
€ 710
Iscrizioni 2021 aperte!!!
€ 710
PRENOTA ORA
9651

CONTATTI

Segreteria Campi Estivi
Tel. 06/27800984-int. 2

campiestivi@wwftravel.it


  •                                   GIFT CARD

NOTA COVID

Anche per il 2021 è previsto il rimborso integrale delle quote, in caso di blocco delle attività in base a decreto emergenza covid o in caso di blocco degli spostamenti regionali al momento della partenza per il campo (tale rimborso esclusivo per i residenti delle regioni sotto vincolo).

7 giorni - 6 notti
Partenze : 20-26 giugno; 4-10 luglio; 18-24 luglio; 22-28 agosto 2021
PUGLIA - Oasi WWF Torre Guaceto
Per Chi : 14 - 17 anni (prima superiore conclusa)
N° di Partecipanti : Min 11 - Max 20
Puglia - Oasi WWF Torre Guaceto

Verso sud, con le tartarughe tra le stelle del mare e le stelle del cielo

Il sud ci chiama… e noi rispondiamo! Qui a Torre Guaceto non sappiamo più dove posare gli occhi. Baie di sabbia bianca, soffice sotto i nostri piedi nudi e bagnate da un mare trasparente e azzurrissimo. Impossibile resistere… bisogna tuffarsi!  

Ci sono molte attività in questi giorni, tutte diverse ma tutte in ambienti e dimensioni splendidi. Lo snorkeling in Riserva, per esempio, tra i pesci colorati e la Posidonia oceanica, alla scoperta dei segreti del mare, oppure le escursioni nella profumatissima macchia mediterranea.

Certi giorni andiamo alla ricerca delle tracce di deposizione delle tartarughe marine, e nel caso fortunato dobbiamo segnalare i nidi, perchè non vengano distrutti accidentalmente e si possa proteggere i piccoli alla schiusa delle uova.  Altre volte assistiamo i veterinari mentre si occupano delle tartarughe in difficoltà, e ci emozioniamo guardandone alcune mentre rientrano in mare e nuotano via, in libertà. Uno degli incanti della natura!

La sera, con la magia della notte andiamo in riserva, e possiamo restare per ore sdraiati sulla terra a guardare le stelle, mentre ascoltiamo storie e racconti incredibili sui miti, le storie e le avventure degli dei dell’Antica Grecia, che con le loro imprese eroiche hanno dato il nome a questo tripudio di costellazioni che illumina il cielo del Salento.

La nostra vacanza sostenibile

Le attività sono impostate sui più importanti concetti di sostenibilità ambientale: dal risparmio energetico al riciclo e all’uso di fonti di energia sostenibili. Ci formiamo e responsabilizziamo affinché le piccole e grandi azioni quotidiane diventino parte integrante del nostro modo di vivere.

Turni e Quota
TURNI 2021
  • 20 - 26 Giugno
  • 4 - 10 Luglio
  • 18 - 24 Luglio
  • 22- 28 Agosto
QUOTA INDIVIDUALE

€     710,00

 

NOTA BENE: ci teniamo a raccontarvi  che per quest’anno così particolare la nostra scelta è stata di non aumentare le quote, salvo in pochi casi strettamente necessari. Ed in ogni caso di importi minimi.

Chi ci conosce da tanto sa che questo rispecchia pienamente la nostra politica generale sulle quote, che ci impegniamo sempre a mantenere il più possibile stabili, anche nel corso del tempo.  

La Quota Comprende

  • Vitto e alloggio in pensione completa per tutta la durata della vacanza
  • Assistenza 24H degli animatori ed educatori esperti delle attività previste, attività
  • Assicurazioni RC e infortuni
  • Iscrizione annuale al WWF. Per chi è già socio in regola, la quota include il rinnovo per l’anno successivo

La Quota non Comprende

  • Il viaggio per/da la sede della vacanza
  • La quota obbligatoria di gestione pratica iscrizione di 30 euro.
  • Eventuali supplementi specifici indicati nella scheda alla voce SUPPLEMENTI

Supplementi

  • 30 euro (obbligatori) per noleggio bici per tutti gli spostamenti in Riserva. Il supplemento va versato in loco direttamente all'organizzatore locale del campo

NOTE IMPORTANTI

VIAGGIO PER/DA SEDE DEL CAMPO 

Per questa proposta l’appuntamento coi partecipanti è direttamente alla sede del campo: le informazioni per l’appuntamento fanno parte della documentazione di info utili ed equipaggiamento che vengono forniti dalla Segreteria Campi prima della partenza.

BICICLETTE 

In seguito ai vincoli del distanziamento interpersonale quest’estate è necessario spostarci in bici all’interno della Riserva e nelle varie escursioni previste. E’ quindi fondamentale per la partecipazione al campo sapere andare in bicicletta. Occorre inoltre che i ragazzi dispongano di 30 euro per il noleggio di una bici a disposizione per la durata del campo. L’importo sarà versato direttamente in loco all’organizzatore. 

 

Cosa faremo

1 – SULLA RIVA DEL MARE

Alla scoperta della riserva
Escursioni a piedi e in bicicletta, snorkeling, monitoraggio delle spiagge, ricerca di tracce di tartarughe, laboratori del gusto, osservazione delle stelle e tanto altro.

…e del fondo del mare
Maschera, pinne e boccaglio: con lo snorkeling, accompagnati da sub esperti e biologi marini, andremo a conoscere da vicino gli abitanti del mare e le loro strategie di vita, gli habitat protetti e le problematiche che incontrano.

Alla ricerca delle tartarughe marine
Contribuiremo al monitoraggio della vita delle tartarughe marine andando alla ricerca delle loro tracce di deposizione sulla spiaggia e, presso il Centro Recupero della riserva, potremo conoscere dal vivo gli esemplari ricoverati e affiancare gli operatori nella pulizia delle vasche e  nella cura, vivendo esperienze davvero emozionanti!

#plasticfromsea
Dedicheremo del tempo alla raccolta partecipata dei rifiuti spiaggiati; il “raccolto” del giorno sarà poi destrutturato e ricostruito in opere d’arte che possano diventare elementi di educativi di una campagna di sensibilizzazione ambientale a portata di ombrellone.

2 – TRA I SENTIERI DI TERRA 

Una giornata in campagna, alla scoperta dei prodotti agricoli della Riserva.
Un’avventura fatta di emozioni buone come il pane, genuine come il pomodoro. Ci perderemo tra i maestosi ulivi di Puglia e vivremo esperienze di racconto ed emozione: i campi di pomodoro fiaschetto di Torre Guaceto e le case coloniche ci offriranno il luogo ideale per riconoscere il gusto della terra, conosceremo la gioia conviviale del lavorare le materie prime fino a farle diventare nel forno a legna pane e focacce, buoni, caldi e profumati.

Tra le stelle e l’acqua dolce 
Di notte, il promontorio della Torre diventa un letto sul quale stendersi a testa in su: naso in alto allora, stasera di scena le stelle! Guidati da un astrofilo, vivremo una serata all’insegna dell’astronomia, grazie alla quale impareremo a ritrovare la stella polare, riconoscere le costellazioni, ascoltare storie di Dèi e di viaggi di migranti fino a perderci tra i nostri sogni nell’attesa che spunti dal buio una luminosa stella cadente!

Perduti tra la macchia e la palude
Sui sentieri della macchia mediterranea, seguendo i suoni, odori ed ogni minimo fruscìo… un’esperienza tra profumi e scoperta, alla ricerca di tracce nascoste dei notturni abitanti del luogo. Sfoglieremo di pianta in pianta una intera enciclopedia degli alberi di rara bellezza, prima di raggiungere gli stagni, luogo preferito dagli uccelli che tra le cannucce di palude trovano riparo e ristoro.

Archeologia in Riserva 
La riserva di Torre Guaceto è anche un sito archeologico di primaria importanza. Camminando per le spiagge e nei sentieri potremo anche ritrovare le tracce del passato, degli uomini che hanno attraversato i mari e vissuto sulla costa. Con le moderne tecniche di indagine potremo rivivere in modo sorprendente la vita degli antichi abitanti di Guaceto nell’età del Bronzo.

3 – IN BICI CON IL VENTO TRA I CAPELLI

La bicicletta sarà il nostro mezzo di locomozione per raggiungere tutti gli angoli della riserva in maniera sostenibile e divertente. Il piacere delle due ruote si sposerà con la scoperta senza lasciare alcuna impronta ecologica sugli ambienti che attraverseremo. Ogni ragazzo riceverà ad inizio campo la sua bicicletta, che diventerà una fedele compagna di viaggio!

Mappa

Territorio e ambiente

La riserva naturale di Torre Guaceto si trova pochi a chilometri a nord di Brindisi ed è caratterizzata da 7 km di costa incontaminata, con incantevoli calette dalla sabbia dorata finissima, su un promontorio al centro dei quali campeggia la Torre saracena del XVI secolo, simbolo del luogo.

All’interno dell’area protetta è possibile incontrare una serie di habitat naturali incontaminati di rara bellezza: dal canneto alla macchia mediterranea, dal bosco di lecci all’uliveto secolare, dall’imponente cordone dunale ai fondali ricchi di pesci.

La Riserva Naturale dello Stato e Area Marina protetta di Torre Guaceto è un luogo importante per la conoscenza ed il rispetto del mondo naturale, nato da una lunga esperienza di lotta ambientalista dei volontari del WWF. La zona rappresenta un laboratorio a cielo aperto, dove sperimentare diversi e coinvolgenti approcci alle tematiche della sostenibilità verso una visione sistemica della natura.

 

SEDE CAMPI SCUOLA:
IN QUESTO LUOGO PUOI ANCHE  VENIRE IN GITA CON LA TUA CLASSE

Clicca qui per saperne di più

Tipo di alloggio

Alloggiamo al Villaggio-Hotel Meditur, struttura turistica certificata Ecolabel, attenta ai temi della sostenibilità ambientale e che ospita da molti anni con i campi estivi WWF . Il villaggio, direttamente sul mare, a  distanza di circa un chilometro dalla riserva WWF di Torre Guaceto.

L’alloggio è in bianchi e freschi bungalow in muratura, con camere da 4/5 posti letto, e i pasti sono serviti in area ristorazione dedicata al gruppo WWF.  Il villaggio dispone di reception, ristorante, bar, anfiteatro, sala congressi, bar zona pineta, discoteca, area take-away, piscina, campi sportivi (tennis, calcetto, basket, pallavolo), mini market con articoli di prima necessità

Aspetti educativi
Responsabile attività
Sostenibilità ambientale
Valore/tutela biodiversità
Valore/tutela ambiente e paesaggio
Alimentazione e filiere di prodotto
Testimoni del territorio

Giuseppe Flore: Naturalista, specializzato in gestione della fauna selvatica e delle aree protette.

Guida Ambientale Escursionistica (AIGAE) e coordinatore del settore Ecoturismo e educazione ambientale della Cooperativa Thalassia, lavora da 10 anni nel campo dell’educazione e animazione ambientale, in qualità di ideatore, realizzatore e coordinatore di attività e progetti.

Coordinatore e responsabile dei campi WWF a Torre Guaceto del 2012 e 2013

La sostenibilità ambientale è alla base dei comportamenti e gli stili di vita degli operatori della cooperativa Thalassia e della Riserva di Torre Guaceto.

Ogni attività viene svolta secondo questa ottica, tentando quotidianamente di mediare tra le esigenze di tutela e il “diritto” di ognuno di noi di scoprire e vivere in modo sostenibile le aree naturali. Le attività previste nel campo, come anche quelle relative al soggiorno nella struttura ricettiva, saranno impostate sui più importanti concetti di sostenibilità ambientale, dal risparmio energetico, al riciclaggio, all’uso di fonti di energia sostenibili. I ragazzi saranno formati e responsabilizzati ad un vivere sostenibile in modo che le piccole e le grandi azioni quotidiane diventino parte integrante del modo di vivere e non più “azioni speciali” da mettersi in pratica soltanto in determinate occasioni.

Nell’ottica di un contagio positivo, si prevedono attività di controllo e comunicazione dirette ai fruitori dell’area protetta che i partecipanti svolgeranno in Riserva, a turno e accompagnati dagli animatori.

 

La tutela della biodiversità è l’argomento fondamentale di questo campo.

Tramite tutte le attività previste, si cercherà di insegnare ai partecipanti l’importanza della biodiversità come elemento indispensabile alla sopravvivenza del pianeta Terra, l’unica “casa” che abbiamo, e gli effetti negativi che la riduzione di biodiversità sta causando negli ultimi secoli.

Si cercherà di far capire loro anche l’importanza dei beni e servizi ecosistemici che la biodiversità mette a disposizione degli uomini, come il cibo, l’acqua, i carburanti e il legname, l’approvvigionamento idrico e la purificazione dell’aria, il riciclo naturale dei rifiuti, la formazione del suolo, l’impollinazione e molti altri meccanismi regolatori naturali; e come poi raccontare agli “adulti” tutto ciò con l’obiettivo di renderli maggiormente consapevoli delle proprie azioni.

La riserva di Torre Guaceto è caratterizzata da una grande diversità di habitat naturali e di conseguenza da un elevato numero di specie floristiche e faunistiche. Il programma previsto, tenendo conto di questa caratteristica, prevede che i ragazzi possano scoprire con i 5 sensi tutti gli ambienti naturali presenti, dal mare al canneto, dalla macchia mediterranea ai boschi di querce, e le svariate forme di vita che vi ci abitano, dalle orchidee ai ginepri secolari, dal falco di palude al colubro leopardino. Inoltre, grazie alla presenza di un centro di primo recupero per le tartarughe marine, saranno approfondite in modo diretto le conoscenze e le tematiche di conservazione su queste specie

La terra di Puglia, come d’altronde gran parte dell’Italia, non è sfuggita a decenni di abusivismo e sciacallaggio nei confronti dell’ambiente; oggi però, la visione è completamente cambiata, e la tutela del paesaggio e dei beni ambientali è diventata un punto cardine delle nuove politiche regionali.

Nella Riserva di Torre Guaceto, escludendo poche case coloniche presenti nella parte agricola, l’ultima abitazione costruita è la torre aragonese del XVI secolo; quest’area rappresenta quindi una vera e propria oasi circondata all’esterno da tutta una serie di interventi edilizi che hanno rovinato il paesaggio circostante. I ragazzi quindi verranno accompagnati in un percorso visivo e storico che, dimostrando la netta differenza tra paesaggi troppo antropizzati e paesaggi naturali, farà ben capire loro quanto può essere distruttiva la mano dell’uomo.

La Puglia, in generale, è da sempre considerata terra sitibonda e siticulosa per l’assenza di fiumi e laghi e per la scarsità di piogge; di conseguenza da secoli l’agricoltura ha fatto ricorso a specie arido-resistenti come l‘olivo, il mandorlo, il fico, la vite e ortaggi caratterizzati da una forte rusticità.

Questo argomento trova nella Riserva di Torre Guaceto uno dei posti più adatti dove poter tramandare alle giovani generazioni l’importanza del rapporto tra la terra e la nostra sopravvivenza su questo pianeta. Ormai da più di 10 anni questa area protetta realizza progetti legati all’agricoltura biologica e alla produzione di prodotti sostenibili di alta qualità e a Km zero.

I risultati più importanti si sono raggiunti con:

il progetto “Oro del Parco”, un olio biologico derivante dalla molitura di olive raccolte solo su ulivi pluricentenari presenti nella parte agricola della riserva; un olio quindi che difende la biodiversità e il paesaggio;

il Pomodoro Fiaschetto: una varietà particolare che era stata abbandonata a causa dell’avvento delle varietà “globalizzate” pachino e ciliegino, e che viene coltivato e rivalutato nei campi della Riserva ed è diventato presidio Slow Food.

il progetto di pesca sostenibile all’interno dell’area marina protetta.

Gli operatori del campo collaborano continuamente con la Comunità dei produttori agricoli e ittici di Torre Guaceto e con la condotta Slow Food Alto Salento, quindi il suddetto tema verrà trattato con degli incontri/laboratori “ravvicinati” con gli agricoltori e i pescatori locali, che si metteranno a disposizione per raccontare il rapporto con la loro terra e il loro mare.

Ad ogni incontro con la comunità dei produttori seguirà un momento di raccolta o lavorazione dell’alimento in oggetto che potrà diventare una merenda bio a km 0 da gustare sui luoghi di produzione.

 Un pomeriggio con il Direttore: come si gestisce un’area naturale protetta? Quali sono le difficoltà maggiori? E le soddisfazioni? Al porticciolo con i pescatori di Torre Guaceto: ma se è un’area marina protetta perché si va a pescare? Colloquio sulle forme di pesca sostenibile e di come queste salveranno il mare nostrum. A spasso nell’uliveto secolare: perché BIO è meglio? passeggiata tra i giganti del Mediterraneo con gli agricoltori biologici di Torre Guaceto. Cibo e legalità: cosa vuol dire Buono, Pulito e Giusto? incontro con i rappresentanti di Slow Food Alto Salento e della cooperativa “Terre di Puglia” di Mesagne (BR) che aderisce al circuito nazionale di Libera.

Partner organizzativi

Cooperativa Thalassia

www.cooperativathalassia.it

Gallery