TRENTINO ALTO ADIGE
DOLOMITI: NATURA E ALPINISMO IN UN’UNICA GRANDE AVVENTURA

0
Iscrizioni 2021 aperte!!
€ 980
Iscrizioni 2021 aperte!!
€ 980
5878

CONTATTI

Segreteria Campi Estivi
Tel. 06/27800984-int. 2
Dalle 10.00 alle 13.00

campiestivi@wwftravel.it


  •                                   GIFT CARD

NOTA COVID

Anche per il 2021 è previsto il rimborso integrale delle quote, in caso di blocco delle attività in base a decreto emergenza covid o in caso di blocco degli spostamenti regionali al momento della partenza per il campo (tale rimborso esclusivo per i residenti delle regioni sotto vincolo).

7 giorni - 6 notti
Partenze : 13-19 giugno 2021
Trentino Alto Adige - Dolomiti Val di Fassa
Per Chi : 14 - 17 anni
N° di Partecipanti : Min 12 - Max 18
Trentino Alto Adige - Val di Fassa, Dolomiti Patrimonio UNESCO

Dolomiti: Natura e alpinismo in un'unica avventura

Finalmente un campo nelle Dolomiti! Le fantasmagoriche cattedrali di roccia conosciute in tutto il mondo per la loro incomparabile bellezza, per il fascino del paesaggio e  per l’importanza scientifica delle loro caratteristiche geologiche e geomorfologiche.

Questo è il luogo che ci accoglierà per una settimana di esplorazione e vere prove di scalata e alpinismo. Ogni giorno con le nostre guide c’incamminiamo per boschi, prati e sentieri, per raggiungere le pareti e imparare l’arrampicata in montagna. Le famose vie ferrate, che affronteremo con impegno ma in tutta sicurezza, ci porteranno in vetta a cime simbolo della valle o verso un accogliente rifugio dove una notte ci fermeremo a dormire.

La nostra vacanza sostenibile

Viviamo all’insegna della consapevolezza attraverso la conoscenza. Anche sperimentando la contraddizione di un ambiente naturale su cui l’uomo ha impresso il suo marchio per poterlo avvicinare e percorrere più in sicurezza di quanto la natura non concedesse. 

Turni e Quota
TURNI 2021
  • 13 - 19 Giugno
QUOTA INDIVIDUALE

€     980,00

 

NOTA BENE: ci teniamo a raccontarvi  che per quest’anno così particolare la nostra scelta è stata di non aumentare le quote, salvo in pochi casi strettamente necessari. Ed in ogni caso di importi minimi.

Chi ci conosce da tanto sa che questo rispecchia pienamente la nostra politica generale sulle quote, che ci impegniamo sempre a mantenere il più possibile stabili, anche nel corso del tempo.  

La Quota Comprende

  • Vitto e alloggio in pensione completa per tutta la durata della vacanza più attività previste alla voce "cosa faremo"
  • Assistenza 24H dello staff di educatori ambientali e guide alpine
  • Attrezzatura da scalata: corde, imbraghi, caschi, set da ferrata, moschettoni.
  • Assicurazioni Soccorso, RC e infortuni
  • Iscrizione annuale al WWF. Per chi è già socio in regola, la quota include il rinnovo per l’anno successivo

La Quota non Comprende

  • Il viaggio per/da la sede della vacanza
  • La quota obbligatoria di gestione pratica iscrizione di 30 euro.
  • Eventuali supplementi specifici indicati nella scheda alla voce SUPPLEMENTI

Supplementi

  • Nessun supplemento è previsto per questa proposta

NOTE IMPORTANTI

VIAGGIO PER/DA SEDE DEL CAMPO 

Per questa proposta l’appuntamento coi partecipanti è direttamente alla sede del campo: le informazioni per l’appuntamento fanno parte della documentazione di info utili ed equipaggiamento che vengono forniti dalla Segreteria Campi prima della partenza.

Cosa faremo

Il campo è articolato su 7 giorni, di cui il primo prevede il viaggio di andata e il ritrovo nel tardo pomeriggio e l’ultimo un’attività la mattina ed il viaggio di rientro nel primo pomeriggio. Le sei giornate di campo (esclusa la prima) prevedono la pratica di un’unica attività al giorno, in un luogo ogni giorno diverso. La attività in programma sono l’arrampicata, la via ferrata e l’escursionismo.

  • Ci immergeremo il più possibile nell’ambiente naturale per viverlo in modo autentico. Durante il campo vivremo ogni giornata all’aria aperta, dalla mattina al tardo pomeriggio, in diversi ambienti sempre naturali che la valle ci offre: i boschi, le praterie, le pareti rocciose, le cime, le creste, i sentieri. 

 

  • L’Arrampicata  è l’attività peculiare del campo che ci permetterà letteralmente di “toccare con mano” e di partecipare a livello emotivo l’ambiente. Questo rapporto è definito “sensitivo” per sottolineare la natura di questo sport: arrampicarsi è un’attività istintiva negli esseri umani che però si assopisce negli anni, soffocata da altre necessità e soprattutto dalla paura. Ognuno di noi troverà nell’arrampicata una forma di libertà e di espressione del tutto personalizzata da individuo a individuo. Inoltre, l’attività implica un’estrema vicinanza con la roccia, tastata e afferrata con mani nude, col respiro vicino alla parete che si fonde in un tutt’uno con la montagna.

 

  • Creare fiducia e legame tra i componenti del gruppo sarà una conseguenza diretta dell’arrampicata e delle vie ferrate che affronteremo, perché implicano un legame intenso con i compagni di cordata, coi quali ci si lega alla medesima corda e ai quali si affida la propria vita (ovviamente con la sorveglianza e presenza costante della Guida Alpina). Il rapporto di cordata determina una condivisione dell’esperienza molto profonda.

 

  • Conosceremo la cultura e nella tradizione locale, elemento molto presente in Val di Fassa soprattutto per la sua posizione geografica che solo in tempi relativamente recenti ne ha limitato l’isolamento. Incontreremo la gente del territorio impegnata nelle attività tipicamente montane come la malga, l’allevamento bovino, la raccolta del legname, il turismo sportivo.

 

  • Trascorreremo una notte in un rifugio, raggiunto con le nostre forze dopo aver affrontato una via ferrata, come esperienza apice della settimana: alla scoperta di un modo diverso di vivere, sperimentare la riduzione dei consumi (vista la difficoltà di approvvigionamento dei rifugi d’alta quota), il rispetto dei ritmi del sole, il silenzio e la bellezza dell’ambiente montano.
Mappa

Territorio e ambiente

La Val di Fassa è un luogo di straordinario pregio paesaggistico e naturalistico, immersa nelle Dolomiti, patrimonio Unesco. Il paesaggio dolomitico, infatti, rappresenta il modello di uno specifico paesaggio naturale, caratterizzato da una vasta gamma di colori dovuta ai contrasti tra le morbide fasce verdi dei boschi e delle praterie e le cime rocciose, estremamente varie sia per forma che per componenti. Si passa da pareti verticali di roccia anche di 1600 metri, a gole profonde, vette oltre i 3000 metri e ghiacciai di modeste dimensioni. La roccia peculiare delle Dolomiti è appunto la dolomia, che per la specifica composizione chimica stabilisce con la luce un particolare legame che prende il nome ladino di Enrosadira, un fenomeno naturale che colora di oro, rosa, rosso, arancio e viola le vette dolomitiche all’alba e al tramonto.

La Val di Fassa presenta poi una ricca biodiversità che spazia dagli ambienti rocciosi d’alta quota, alle foreste di larici e abeti, a pascoli che ospitano un’immensa varietà di fiori (rododendri, stelle alpine, genziane, negritelle, gigli, bottoni d’oro..), popolati da una ricchissima fauna selvatica (camosci, caprioli, stambecchi, mufloni, cervi..) e avifauna (galli cedroni, galli forcelli, gazze, picchi, aquile reali, gipeti..).

Tipo di alloggio

La casa per ferie Villa San Carlo si trova nel tranquillo paese di Pozza, a metà della Val di Fassa (TN). La struttura sarà ad uso esclusivo del campo ed è molto spaziosa. Alloggeremo in camere doppie o triple, tutte con servizi privati. Al pian terreno c’è una sala comune con divanetti e tavolini ed una sala da pranzo da 40 persone.

All’esterno della struttura un piccolo cortile è pertinenza della casa, che si trova comunque al perimetro esterno del paese, pertanto in pochi passi si è sui sentieri, nel bosco e tra i prati.

Partner organizzativi

Cooperativa Terra di Mezzo

www.coopterradimezzo.com

Aspetti educativi
Responsabile attività
Sostenibilità ambientale
Valore/tutela biodiversità
Valore/tutela ambiente e paesaggio
Alimentazione e filiere di prodotto

Silvia Loreggian 

Guida Alpina iscritta al collegio Trentino. Esercita la professione di Guida dal 2019.  Ha progettato e realizzato diverse spedizioni alpinistiche in aree extra-europee.  

Ha lavorato come educatore nell’ambito dei Campi estivi organizzati dalla cooperativa sociale Terra di Mezzo nel Parco Regionale dei Colli Euganei dal 2008 al 2015.  Capo scout con l’associazione AGESCI dal 2011 al 2015 nella branca E/G.

La Val di Fassa ci permette di raggiungere tutti i luoghi di nostro interesse utilizzando i mezzi di trasporto pubblici ed adotteremo questo comportamento sostenibile per l’intera durata del campo. La Valle sarà un esempio di buona gestione dei trasporti e ci permetterà, con la nostra scelta, di ridurre le emissioni di anidride carbonica nell’ambiente.

Le attività che svolgiamo prevedono l’utilizzo di materiali tessili, di ferro o di alluminio, pertanto non ci sarà nessun tipo di prodotto cosiddetto “usa e getta”.

Non faremo uso di bottiglie di plastica ma ad ogni ragazzo sarà richiesto di avere con sé la propria borraccia, così da riempirla nei numerosi punti d’acqua presenti in ambiente.

Ogni giornata vissuta all’aria aperta sarà occasione per osservare la presenza di queste forme di vita, imparare a conoscerle e riconoscerle attraverso la loro reale osservazione o il ritrovamento di tracce come il pelo o le impronta, ma soprattutto imparare a rispettarle. Nel corso della settimana, oltre a un’immersione totale in questi ambienti per tutte le attività proposte, è prevista una giornata di escursione naturalistica che ci porterà a conoscere da vicino l’attività di una malga, simbolo di attività antropica sostenibile e prezioso avamposto di tutela della biodiversità.

Durante il campo svolgeremo ogni giorno attività in luoghi diversi, dove sarà possibile osservare la varietà paesaggistica ed esserne partecipi in quanto è proprio grazie al tipo di ambiente che andremo a fare attività specificatamente legate a quelle caratteristiche: dove la parete di roccia è verticale pratichiamo l’arrampicata, dove è rocciosa ma di minor inclinazione ed attrezzata con cavo metallico pratichiamo la via ferrata, dov’è prato e bosco il trekking.

Inoltre, la sera di pernotto in rifugio sarà l’occasione per godere il tipico fenomeno ladino dell’Enrosadira che colora le rocce.

 

L’alimentazione è un aspetto importante nella vita di uno sportivo e come tale sarà durante il campo che prevede un fitto programma di attività sportive. Sarà garantito un apporto equilibrato di calorie, ripartite per i diversi nutrienti, proporzionale all’intensità delle attività svolte e alla fase di crescita dei ragazzi; così come verrà curato il reintegro durante e post attività e l’idratazione, attraverso gli alimenti semplici e naturali che la natura ci offre. La struttura che ci ospita, inoltre, prepara i pasti rifornendosi, per molte materie prime, da produttori locali.