EMILIA ROMAGNA – VALLE DEL TARO
Sulle tracce di caprioli, daini, volpi e lupi

0
Quota
€ 290
Quota
€ 290
PRENOTA ORA
855

CONTATTI UTILI

Segreteria Viaggi +39.06.85376501

info@wwftravel.it

COME FARE A PARTIRE CON NOI

STUDIA LA SCHEDA DI VIAGGIO

Come prima cosa, osserva con attenzione le nostre schede viaggio; sono arricchite con il massimo delle informazioni possibili

CHIEDICI TUTTE LE INFO CHE VUOI

Se hai bisogno di altre informazioni o chiarimenti, chiamaci o scrivici: siamo a tua completa disposizione. Parlerai direttamente con il team di WWF Travel, che conosce e ama raccontare i dettagli di ogni viaggio.

ISCRIVITI AL VIAGGIO

Hai tutte le informazioni che ti servono e hai deciso di partecipare ad uno dei nostri viaggi?
Per iscriverti, ti basta compilare il form cliccando sul pulsante PRENOTA ORA nella scheda del viaggio

CONFERMA LA PARTECIPAZIONE

La partecipazione sarà confermata con il pagamento di una caparra pari al 20% della quota viaggio

PARTI CON NOI

Le tue vacanze sono salve! Ora sei un Viaggiatore WWF, preparati a incontrare la natura più autentica.

2 notti 3 giorni
Partenze :
24 - 26 Aprile 2020
9-11 Ottobre 2020
Per Chi : Per tutti
N° di Partecipanti : min 8 - max 25
EMILIA ROMAGNA - Valle del Taro
Sulle tracce di caprioli, daini, volpi e lupi

L’alta Valle del Taro è un’ampia conca incastonata tra i monti alle spalle delle Cinque Terre, la Lunigiana ed i colli di Parma famosi per castelli e vigneti. Qui trascorreremo 3 giorni tra  boschi di querce, castagni e faggi, torrenti cristallini e praterie di fiori selvatici, percorse da voli di variopinte farfalle. In questi territorio selvaggio da tempo sono tornati i ​lupi​, attirati da una ricchissima fauna di erbivori: cinghiali, caprioli, daini e cervi e grazie alla presenza del biowatcher, che sarà con noi per tutta la durata del soggiorno, cercheremo le loro tracce e controlleremo le immagini delle fototrappole. E poi con lo sguardo verso il cielo avvisteremo   anche numerose specie di rapaci, tra cui l’​aquila​ ​reale​ ed il biancone​.

Perché partecipare:

  • Questa esperienza ti permetterà di avere incontri emozionanti con la fauna e la flora locale e, grazie alla presenza di un esperto Biowatcher, ti insegnerà ad identificare e riconoscere le tracce,  i segni e le  impronte degli animali e a  distinguere le diverse specie vegetali ed i canti degli uccelli.
  • Avrai la possibilità di scoprire cos’è e come funziona una fototrappola, importante strumento di monitoraggio della fauna selvatica.
  • Ti porteremo a conoscere anche una realtà molto importante in questo territorio: la convivenza tra uomo e grandi carnivori, come il lupo. Andremo a scoprire le tecniche di prevenzione di danni degli allevatori, come l’uso dei cani da guardiania.

Mappa e Programma

Giorno 124 Aprile 2020 / 9 Ottobre 2020

Arrivo in struttura nel pomeriggio. Breve escursione al tramonto nei dintorni dell’agriturismo alla scoperta dell’ambiente appenninico. Cena in agriturismo. Dopo cena presentazione di Biowatching per conoscere il programma e per un primo approccio agli habitat ed alle specie che incontreremo.

Giorno 225 Aprile 2020 / 10 Ottobre 2020

Sveglia, colazione e partenza per l’escursione giornaliera all’interno della Riserva Regionale e Oasi WWF dei Ghirardi.
Risaliremo il torrente Remolà per raggiungere il cuore dell’area di bramito dei daini, dedicandoci all’osservazione della biodiversità di alberi e arbusti, ora nella loro veste sfavillante di colori autunnali, alle bacche selvatiche commestibili e, nel caso di stagione favorevole, alle varie specie di funghi.
Osservazione dei daini al bramito. Pranzo al sacco e rientro verso l’agriturismo, con sosta presso alcune fototrappole di cui ritireremo le schede. In attesa della cena, lettura dei video registrati nelle fototrappole, alla scoperta della fauna più elusiva dei Ghirardi: volpi, tassi, faine e lupi. Cena in agriturismo, a seguire osservazione del cielo stellato.

Giorno 326 Aprile 2020 / 11 Ottobre 2020

Sveglia entro le ore 7:30, colazione, check out e poi trasferimento in auto al Centro Visite della Oasi WWF dei Ghirardi. Uscita dedicata alla biodiversità dei pascoli, e incontro con il pastori Elena e Roby che gestiscono i pascoli dell’oasi con il loro gregge misto di capre, pecore, mucche e cavalli. Dopo un breve passaggio nel bosco, facendo attenzione ai segni degli animali che ci vivono (impronte di volpi e tassi, buchi scavati nei tronchi dai picchi), si arriva nei pascoli, habitat importantissimo che ospita numerose specie di uccelli insetti che si avviano al letargo invernale. Incontro con i cani maremmani abruzzesi che proteggono il gregge dalla predazione, e osservazione del lavoro del border collie Don che muove il gregge secondo le indicazioni di Roby. Per finire pranzo a buffet con i prodotti dell’azienda. Al termine, saluti e partenze per le prove destinazioni.

Partner organizzativi

Dettagli
Chi ci accompagna

  
 

 

 

Guido Sardella

Dove alloggeremo

L’Agriturismo Il Cielo di Strela

Saremo ospitati al Cielo di Strela, un agriturismo che sposa l’agricoltura biologica alla sostenibilità ambientale con una struttura eco compatibile che autoproduce la propria energia. Mario, proprietario e chef diplomato Alma, è un vulcano di idee a oltre a produrre ottimi salumi ricerca i migliori prodotti locali da proporre con una cucina che sposa tradizione e innovazione nel più prelibato dei modi.

Quota
Quota individuale in camera doppia: € 290

La Quota comprende

  • Pernottamento e pensione completa con due cene nella struttura e tre pranzi al sacco
  • Attività quotidiane previste dal programma
  • Presenza dell'accompagnatore naturalista/guida ambientale escursionistica H24
  • Assicurazione medico bagaglio

La Quota non Comprende

  • Quota di gestione pratica di 30 euro
  • Il viaggio per/da la località di destinazione
  • Assicurazione annullamento viaggio
  • Quanto eventualmente indicato alla voce "supplementi"
  • Ingresso all'Oasi euro 7
Gallery

Credit foto: Emanuele Fior