Segreteria campi estivi +39.06.27800984 int. 2 campiestivi@wwftravel.it
Ufficio viaggi mondo/Italia/Oasi stay +39.06.85376501 info@wwftravel.it
Segreteria campi estivi +39.06.27800984 int. 2 campiestivi@wwftravel.it
Ufficio viaggi mondo/Italia/Oasi stay +39.06.85376501 info@wwftravel.it

VALLI DI COMACCHIO E DELTA DEL PO
La biodiversità tra terra e acqua

0
Quota
€ 420
Quota
€ 420
PRENOTA ORA
Salva nella Wishlist

L'aggiunta di articoli alla Wishlist richiede un account

326

Perché Viaggiare con noi?

Contatti Utili

Segreteria Campi Estivi 06/27800984-int. 2

campiestivi@wwftravel.it

Segreteria Campi in barca a Vela 329 0143174; 327 2264388

info@circolovelamare.com

Segreteria Viaggi +39.06.85376501

info@wwftravel.it

2 notti - 3 giorni
4 notti - 5 giorni
Turni : 29 -31 Marzo
1 - 5 Maggio
20-22 Settembre
Per Chi : Per tutti
N° di Partecipanti : min 8 - max 15
Valli di Comacchio
La biodiversità nelle Valli di Comacchio

  5 giorni nell’area di  Comacchio  per conoscere lo straordinario ambiente del delta padano.

E’ questo il paradiso italiano per migliaia di uccelli provenienti da tutta Europa, ed è qui che natura tra terra e acqua ci avvolgerà con il suo fascino dall’alba al tramonto. Passeggiando lentamente faremo Biowatching per osservare il mondo delle paludi e delle coste, per conoscere tanti uccelli, sia residenti che migratori e  che popolano la pianura salmastra. Distingueremo le sagome dei fenicotteri, i voli a bassa quota dei falchi di palude, il pigolio delle avocette e l’andirivieni di moltissimi altri uccelli che soggiornano nella laguna che è un habitat ideale per nutrirsi e riprodursi.

Si andrà  poi alla scoperta delle spiagge, delle pinete, delle tracce di storia.

Mappa e Programma

Programma

ITINERARIO MARZO E SETTEMBRE

Giorno 129 Marzo o 20 Settembre

Arrivo in struttura nel pomeriggio-sera.
Cena presso l’agriturismo Prato Pozzo, seguita da presentazione di Biowatching per conoscere il programma e per un primo approccio agli habitat ed alle specie che incontreremo. Dopo cena osservazione del cielo stellato.

Giorno 230 Marzo / 21 Settembre

Marzo:
Ci muoveremo a piedi o in bicicletta, in funzione del meteo, lungo l’argine del Reno, verso l’oasi di Boscoforte e la penisola di Voltascirocco, in osservazione delle migliaia di uccelli che si radunano nel periodo migratorio: anatre, svassi, limicoli… quindi ci sposteremo nel cuore delle Valli di Comacchio, dove le saline, un tempo motore dell’economia del luogo, oggi creano habitat unici che ospitano specie magnifiche come il Fenicottero rosa, l’Avocetta dal tipico becco ricurvo e molti altri. Prima di recarci per cena in agriturismo, attraverseremo il paese di Comacchio, dove la storia della laguna si mescola a quella dell’uomo.

Settembre:
Ci muoveremo a piedi o in bicicletta, in funzione del meteo, lungo l’argine del Reno, verso l’oasi di Boscoforte e la penisola di Voltascirocco. Qui gli uccelli si radunano a migliaia nelle acque basse della laguna per nutrirsi prima del lungo volo migratorio, o in sosta durante il viaggio verso sud. Fenicotteri, avocette, cavalieri d’Italia e decine di altre specie ci accompagneranno lungo la nostra passeggiata di scoperta. Nel pomeriggio visiteremo Punte Alberete e la Pineta di San Vitale, ambienti costieri unici che riportano indietro di secoli, quando le spiagge e le zone umide retrodunali erano ancora selvagge e ricche di un fascino antico.
Cammineremo con lentezza circondati da acqua e vita, ammirando un tramonto tra i più belli d’Italia.

Giorno 331 Marzo / 22 Settembre

Marzo:
Le spiagge sabbiose reduci dall’inverno raccolgono innumerevoli specie in attesa di partire verso il Nord Europa e si presentano in modo del tutto diverso da quando sono affollate di ombrelloni e persone. Cammineremo sul bagnasciuga alla scoperta di un mondo sconosciuto: un’occasione per osservare con nuovi occhi un ambiente che riserva molte sorprese e specie dai nomi bizzarri, come il Voltapietre, il Piovanello tridattilo, il Gabbiano roseo.
Nel tardo pomeriggio ripartenza verso le proprie destinazioni.

Settembre:
Visiteremo le saline di Comacchio, un tempo motore dell’economia della laguna, oggi sito di nidificazione e di foraggiamento di centinaia di specie. Cammineremo tra ali d’acqua, circondati dall’odore salmastro della salicornia e dal volo rosa dei fenicotteri. Dalle torri di avvistamento potremo osservare la fauna in tutte le direzioni e godremo di paesaggi unici ed evocativi.
Nel tardo pomeriggio ripartenza verso le proprie destinazioni

ITINERARIO MAGGIO

Giorno 11 Maggio

Arrivo a Comacchio per le 13.00 con appuntamento con i biowatchers alla piazza- parcheggio presso il Duomo di Comacchio – Dopo il pranzo (libero) le guide di Natour biowatching condurranno i partecipanti verso Prato Pozzo passando lungo l’argine Agosta con sosta a Valle Zavelea. Prosecuzione per Prato Pozzo e sistemazione delle camere. Appuntamento alle 17.00 per passeggiata all’interno di Prato Pozzo per osservazioni da capanni con binocoli e cannocchiale e breve addestramento per apprendere trucchi per conoscere e riconoscere. La sera dopo cena breve presentazione del biowatching e dl programma.

Giorno 22 Maggio

Ci muoveremmo sia a piedi che in bicicletta lungo l’argine Reno, in direzione della penisola di Boscoforte, e poi verso i dossi di Valle Furlana e l’oasi di Voltascirocco, per esaminare la varietà delle specie acquatiche: fenicotteri, anatre, svassi, limicoli, gabbiani e sterne, tra cui i rari gabbiano roseo, gabbiano corallino, beccapesci, sterna zampenere.
Pranzo al sacco nell’area e rientro nel pomeriggio a Prato Pozzo poi trasferimento in auto a Comacchio per conoscere la storia del sale e delle saline visitando le vecchie vasche di coltura del sale oggi dismesse e naturalizzate e poi il “Museo delle culture umane” che ospita, tra i vari reperti protostorici, romani e medievali la nave romana ritrovata nel corso della bonifica delle valli attorno a Comacchio.

Giorno 3 3 Maggio

Al mattino trasferimento in auto verso Foce Po di Volano, il Delta attuale. Passeggiata nel Bosco della Mesola per osservare l’habitat forestale e apprendere i canti di molti passeriformi e osservare alcune specie di rapaci. Visita all’abbazia di Pomposa. Si raggiunge Gorino e quindi ci si imbarca per osservare gli uccelli della Sacca di Goro, grande laguna che ospita svassi, volpoche, gabbiani e sterne e nei cui canneti nidifica un’ importante colonia di aironi rossi e il falco di palude.
Presso la foce del Po di Volano si potranno osservare le spiagge sabbiose che, reduci dall’inverno, si presentano in modo del tutto diverso da quando sono affollate di ombrelloni e persone. La passeggiata ci porterà sul bagnasciuga alla scoperta di un mondo sconosciuto: un’occasione per osservare i limicoli che popolano il litorale sabbioso, come il Voltapietre, il Piovanello tridattilo, il Gabbiano roseo. Rientro quindi a Prato Pozzo dalla strada Romea con sosta a Porto Garibaldi.

Giorno 44 Maggio

Nel trasferimento verso la Stazione Sud del Parco si incontra il Delta antico. Una prima sosta permette l’osservazione di un vero santuario per gli uccelli: Valle Mandriole dove salendo su due torrette, a nord e a sud della palude d’acqua dolce, si possono osservare migliaia di uccelli, appartenenti a decine di specie diverse, tra cui quasi tutte le specie di aironi europei, spatola, mignattaio, marangone minore. Adiacente alla Valle Mandriole, merita una passeggiata a piedi il bosco allagato Punte Alberete, dove, tra i salici e i frassini che spuntano dalle acque immobili, si possono osservare anche da vicino sgarza ciuffetto, nitticora, marangone minore e, con un po’ di fortuna, la rara moretta tabaccata o il fistione turco.
Il pomeriggio, attraversata la Pineta di San Vitale, ascoltando i canti delle molte specie di passeriformi che vi nidificano, e la bella bassura allagata del Pirottolo, si raggiunge la Pialassa della Baiona presso il Chiaro del Comune, dove sostano migliaia di uccelli: marangoni minori, fenicotteri, gabbiani e sterne, rare anatre come la canapiglia e il fistione turco e dove nidifica il grazioso e rarissimo mignattino piombato.

Giorno 55 Maggio

Da Prato Pozzo ci si sposta verso occidente per osservare il paesaggio delle casse di espansione dell’Idice e del Reno nei pressi di Argenta. Percorso tra valli e canali e poi un possibile extra : cioè una breve navigazione tra i lamineti di ninfea bianca della grande palude d’acqua dolce di Val Campotto. Qui è possibile osservare da vicino molte specie di aironi, anatre, tra cui anche la rara moretta tabaccata, mignattini piombati ed ascoltare i canti dei molti passeriformi di canneto, tra i quali cannaiola, cannaiola verdognola, cannareccione. Trasferimento al Centro visite in via Cardinala. Dopo il pranzo, visita a piedi a Valle Santa, tra canneti e stagni palustri in cui osservare ancora aironi, spatole, anatre di diverse specie.

Partner organizzativi

Dettagli
Chi ci accompagna

     

Franca Zanichelli

 

    

Francesco Mezzatesta

 

Dove alloggeremo

    

L’Agriturismo Prato Pozzo

Saremo ospitati a Prato Pozzo, un luogo davvero diverso! Non è solo un agriturismo molto accogliente dove gustare prodotti tipici locali, cucinati dalle sapienti mani di Stefano, e fattoria didattica con cavalli, oche ed altri animali da cortile liberi di muoversi ovunque, ma anche l’unica azienda all’interno del Parco Regionale del Delta del Po Emilia Romagna che ha sposato le proposte del Parco di attrezzare lo spazio esterno della propria struttura con specchi d’acqua, sentieri didattici, capanni e torretta di osservazione, allo scopo di proteggere la fauna e favorire la scoperta della natura.

 

Quota
QUOTA INDIVIDUALI  MARZO E SETTEMBRE (2 notti – 3 giorni)
 Euro 270
Bambini da 4 a 11 anni riduzione di Euro 50 
 
QUOTA INDIVIDUALE MAGGIO ( 4 notti 5 giorni)
 Euro 420
Bambini da 4 a 11 anni riduzione di Euro 50 
 
 

La Quota Comprende

  • Pernottamento e pensione completa
  • Attività quotidiane previste dal programma
  • Presenza dell'accompagnatore naturalista/guida ambientale escursionistica H24
  • Assicurazione medico bagaglio

La Quota non Comprende

  • Quota di gestione pratica di 30 euro
  • Il viaggio per/da la località di destinazione
  • Assicurazione annullamento viaggio
  • Quanto eventualmente indicato alla voce "supplementi"

Supplementi

  • A richiesta e secondo disponibilità di posto supplemento singola Euro 5
Gallery